Speciale

Rayman Legends: Da esclusiva WII U a titolo multipiattaforma

Dopo le grandi polemiche in merito al cambio di rotta di Ubisoft riguardo all’esclusiva, oramai non più tale, per Wii U dell’attesissimo Rayman Legends, noi di KingdomGame.it ci siamo sentiti in dovere di scrivere un piccolo speciale, per fare un po’ di luce su questo piccolo “mistero” videoludico.

 

L’antefatto parte dallo sviluppo di questo titolo come esclusiva Wii U. La console Nintendo avrebbe dovuto sfruttare la scia dell’assenza di titoli per le console di terza generazione, che attraversano un periodo di relativa magra. Rayman era quindi previsto per febbraio di quest’anno. Come possiamo notare però del gioco nessuna traccia sugli scaffali. L’annuncio poco tempo fa, su twitter, nel quale (con i soliti 140 caratteri) venivano avvisati i fan stupiti dell’incredibile decisione di allargare il gioco anche a Ps3 e Xbox360.

 

Questo ha portato tra l’altro ad uno slittamento significativo: settembre 2013. La reazione unanime dei possessori della nuova piattaforma è stata a dir poco veemente, come ci si poteva aspettare. Comprensibile ma comunque relativamente poco importante per quanto concerne quelle che sono delle scelte piuttosto comuni nel mondo dei videogiochi. La cosa però che ha fatto davvero scalpore è stata la protesta degli sviluppatori del team Ubisoft Montreal. Gli stessi sono stati ritratti in una foto dove esponevano un cartellone di protesta, nel quale un piangente Rayman implora di essere restituito alla Wii U. Questa è sicuramente una nota stonata che nasconde implicazioni molto più pesanti di una semplice protesta dell’utenza. Se quest’ultima infatti si lamenta ovviamente della mancata esclusiva, vista poi la bramosia di giocare al titolo il più presto possibile; il fatto che il gruppo di Montreal abbia voluto dire la sua, contestando gli alti vertici Ubisoft è un altro paio di maniche. Cosa c’è dietro questa decisione improvvisa? E come mai gli stessi sviluppatori hanno sentito il bisogno di dissentire?

 

Rayman-Legends-protesta

 Innanzitutto è chiaro che ci siano dei seri problemi di comunicazione tra la dirigenza Ubisoft ed i diretti sottoposti delle case di sviluppo. Inoltre, è difficile capire come mai negare alla Wii U un’esclusiva necessaria per la casa Nintendo, che dopo una partenza buona ma non straordinaria, si trova già con una grande penuria di esclusive. Quella di Ubisoft sembra insomma una presa di posizione che, più che danneggiare l’utenza, danneggia tantissimo la casa nipponica. Il contentino poi di una demo esclusiva non ha fatto altro che far esasperare ancora di più gli animi. La scelta di Ubisoft è sembrata comunque forzata anche dal lato prettamente economico. Mentre difatti febbraio 2013 è il mese adatto per una grande esclusiva, che avrebbe portato vendite facili (visto che in tutto ciò pare che questo Legends prometta grandi cose) allo stesso tempo Settembre 2013, in vista delle uscite delle next generation, pare molto meno appetibile. Questo suicidio commerciale e di marketing fa pensare che la decisione della casa sia dovuta più a delle intenzioni “politiche” (come per esempio favorire Sony e Microsoft, a discapito della bistrattata Nintendo).

 

Supposizioni che forse lasciano il tempo che trovano, ma che comunque ci fanno pensare. Non sapremo mai i retroscena di questa bislacca manovra di mercato. Quello che è certo è che a settembre chiunque potrà giocare a Rayman Legends. Che comunque non è una brutta notizia.

News
  • Assassin’s Creed: dove sarà ambientato il prossimo capitolo? Ecco i primi rumors!
  • Tutte le informazioni da sapere sull’Italian Video Game Awards!
  • COD WW2: i responsabili del gioco lasciano Sledgehammer Games!
  • Metal Gear Survive: Konami ha pubblicato il trailer di lancio
  • I ragazzi di Deck13 sono tornati a parlare di The Surge 2
Seguici su Facebook