Speciale

Pokemon Let’s Go Pikachu & Let’s Go Eevee, novità o tradizione?

A pochi giorni dall'uscita dei nuovi capitoli Pokemon Let's Go Pikachu e Let's Go Eevee tentiamo di inquadrare i progetti ed analizzare le loro ragioni d'essere in relazione alla serie ed al pubblico.

Mancano pochi giorni all’uscita di Pokemon Let’s Go! Vi racconto che cosa mi aspetto dai due nuovi episodi in uscita per Nintendo Switch.

Quando si parla di Pokemon, si parla di una consistente fetta della storia di Nintendo. La saga dedicata ai mostricciattoli tascabili ideati dalla mente di Satoshi Tajiri ha conquistato i favori di una community sempre più matura ed anagraficamente più navigata nel corso della sua storia ultra ventennale. Il merito sta principalmente in una struttura di gioco polivalente, in grado di risultare al contempo accessibile ed incredibilmente profonda, a seconda del tipo di esperienza ricercata dal giocatore. Le aggiunte portate di capitolo in capitolo hanno scoperchiato il vaso di Pandora legato ad un metagame tra i più consistenti ed avvincenti del medium videoludico tutto. Il punto di forza, nonché chiave del successo di una saga tanto importante, risiede senz’altro in questa capacità di offrire un’esperienza di ampio spettro, in grado di accogliere e soddisfare molteplici tipologie di giocatori. Come si inseriscono, dunque, due capitoli apparentemente poco convenzionali come Pokemon Let’s Go Pikachu e Let’s Go Eevee nel retaggio di una saga tanto importante e tanto legata, al contempo, ai concetti di novità e di tradizione? A chi si rivolgono principalmente i due episodi d’esordio del brand su Nintendo Switch? Cerchiamo di dare – la nostra – risposta a queste domande di indubbio interesse.

LEGGI ANCHE: Nintendo Switch – Una meravigliosa rivoluzione!

Le perplessità ed i timori emersi a seguito della presentazione dei nuovi capitoli da parte dei fan storici del brand, sono piuttosto evidenti e conclamati. Pokemon Let’s Go pare più una sorta di spin-off, piuttosto che un reboot o un remake del vecchio Pokémon Giallo, o ancora un capitolo della saga principale – che che ne dicano da Game Freak. Il rinnovato sistema di cattura che attinge a piene mani dal fenomeno Pokèmon Go è, del resto, un modo piuttosto evidente per rendere noto come questi capitoli vogliano far avvicinare alla serie anche il pubblico più giovane e casual che ha apprezzato l’esperienza mobile. Proprio per questo, si è andati incontro ad una semplificazione generale di tutto l’impianto ludico, battle system compreso. Sebbene lo stile sia il medesimo di sempre, scompaiono due delle innovazioni più significative per quanto concerne l’infrastruttura del metagame legato alla serie, ed alla sua natura competitiva. L’assenza delle abilità dei Pokémon e degli oggetti tenuti in battaglia sono già di per sé due grossi indizi che ci permettono di abbozzare una risposta ad una delle nostre domande: Pokemon Let’s Go Pikachu e Let’s Go Eevee sono due capitoli che troveranno certamente il favore di tutti coloro i quali si sono sempre approcciati principalmente all’esperienza single player dei vecchi capitoli, lasciando magari leggermente in disparte il breeding, il team building e le lotte competitive. Di contro i giocatori maggiormente legati a questo aspetto del brand – e non sono certamente pochi – troveranno con ogni probabilità dei limiti evidenti nelle prime incarnazioni per Switch, per ragioni piuttosto ovvie.

Il punto centrale della questione su cui vogliamo soffermarci un momento in questo frangente, tuttavia, riguarda un fatto compiuto, dichiarato, spesso tralasciato ed invece importante per l’analisi di due prodotti del genere: a detta di Game Freak stessa, i Let’s Go non sono il famigerato Pokémon per Switch del cui sviluppo si vocifera ormai da diverso tempo. Sono un qualcosa di supplementare per la saga, se vogliamo sono un punto di vista differente di una generazione che ha fatto la storia del videogioco, che vuole essere al contempo omaggio per i nostalgici e possibilità – concreta e ben pensata – per i giovani, le new entry. Per quanto sia ancora oggetto di dubbio la riuscita dell’avvicinamento di un pubblico mobile come quello di Pokémon Go ad una serie di capitoli comunque più sfaccettati e su una piattaforma molto diversa, le intenzioni di Nintendo e di Game Freak sono tutt’altro che da biasimare. Così come non lo sono le modalità con cui tali intenzioni cercano di essere acciuffate. Poi, per carità: vige sempre la legge del de gustibus. Tuttavia criticare due titoli per la mancanza di aspetti per i quali non sono neanche pensati è assolutamente fuori luogo.

Pokemon Let's Go stupirà tutti i giocatori!

Pokemon Let’s Go sarà un capitolo per tutti i tipi di giocatori!

Chi scrive è certamente molto legato al mondo Pokémon, ed anche al panorama competitivo videoludico dello stesso, sia ben inteso. Eppure, le critiche mosse a questi capitoli sono parse talvolta eccessive, seppur nel complesso fondate e comprensibili. Sostanzialmente perché questi titoli non sono stati recepiti da tutti gli appassionati nella maniera corretta, in cui andrebbero recepiti: come esperienze nuove, esponenti di una novità che nella saga ha spesso riguardato aspetti diversi da quelli proposti qui, oggi, nella nuova Kanto. Ma al contempo anche come esperienze legate al concetto di tradizione, che ci riporta dove tutto è iniziato, giocando anche sulle emozioni dei conoscitori di vecchia data. Del resto, più di quanto potrebbe sembrare, questi Let’s Go Pikachu e Let’s Go Eevee saranno bramati anche dagli appassionati più fervidi, e più di quanto possa sembrare si riveleranno dei titoli adatti a tutti. Ai nuovi, che troveranno un’avventura spassionata e spensierata, senza essere sommersi da numeri, statistiche, uova e quant’altro, che si divertiranno ad acchiappare (questa volta sul serio) le creature lanciando una sfera. Ed anche ai vecchi, che faticheranno a non cedere al fascino nostalgico di una Kanto dalla veste tutta nuova. Per il breeding ed il VGC, del resto, ci sarà spazio in futuro. Sempre su Switch.

LEGGI ANCHE: Che cosa vorremmo da una Nintendo Switch 2.0!

News
  • Assassin’s Creed: dove sarà ambientato il prossimo capitolo? Ecco i primi rumors!
  • Tutte le informazioni da sapere sull’Italian Video Game Awards!
  • COD WW2: i responsabili del gioco lasciano Sledgehammer Games!
  • Metal Gear Survive: Konami ha pubblicato il trailer di lancio
  • I ragazzi di Deck13 sono tornati a parlare di The Surge 2
Seguici su Facebook