Speciale

PES 2019 – Tutte le novità sul nuovo capitolo di Konami!

Ad un mese circa dal lancio ufficiale, passiamo in rassegna tute le novità fin qui annunciate da Konami in merito all'edizione 2019 di Pro Evolution Soccer.

Da diverse edizioni a questa parte i tempi sono tutt’altro che rosei per Pro Evolution Soccer. Il calcistico firmato Konami ha ceduto il passo, nelle ultime due generazioni, allo strapotere di Electronic Arts, che con FIFA sembra non perdere un colpo. L’eterno confronto è accompagnato ogni anno dal fervore e dall’attesa dei fan, che non mancano mai di riservarsi uno spazio per la speranza di una conferma ulteriore o di un frizzante ribaltamento di fronte. Con PES 2019 Konami proverà senz’altro nuovamente a sottrarre lo scettro alla concorrenza, ma ad onor del vero e dell’onestà intellettuale dobbiamo dirlo: l’impresa pare più che mai ardua. Senza dilungarci troppo in prolisse disquisizioni o speculazioni, vediamo insieme in questo speciale quali sono le novità confermate nella nuova edizione del titolo Konami.

La questione delle licenze

Da sempre – è piuttosto noto – la questione licenze si è mostrata il tallone d’Achille del calcio secondo lo sviluppatore nipponico. I pochi campionati rispetto alla concorrenza, nonché la manciata di questi dotati di licenza ufficiale hanno considerevolmente influito sulla scelta finale dei milioni di utenti che ogni anno affidano la propria stagione virtuale soltanto ad uno dei due colossi. Fino ad ora, tuttavia, il divario è stato parzialmente colmato dalle pesanti licenze delle competizioni europee più prestigiose e popolari a livello mondiale, vale a dire la Champions League e l’Europa League, che sono rimaste saldamente in mano a Konami fino all’edizione scorsa. Quest’anno, tuttavia, PES 2019 dovrà far fronte non soltanto alla perdita di questi due pesanti pezzi da novanta, ma anche al passaggio di questi alla concorrenza. Con Champions ed Europa League in mano ad Electronic Arts, è difficile non ipotizzare un margine ancora più ampio di distacco tra i due competitors, sebbene Konami non sia rimasta a guardare, accaparrandosi alcune licenze interessanti. Su tutte spicca la Premier League Russa, in esclusiva, con tutte le squadre su licenza. Segue l’introduzione di ben 6 campionati, tutti interamente licenziati: la Superliga Quilmes Clàsica (Argentina), la Superliga danese, la Liga NOS (Portogallo), la Raiffeisen Super League (Svizzera), la Ladbrokes Premiership (Scozia) e la Jupiler Pro League (Belgio). Per quanto si tratti di aggiunte senza dubbio gradevoli, non sono certo i campionati più prestigiosi. Confermato che Serie A, Serie B, Liga spagnola 1 e 2, English Premier ed English Championship non avranno le licenze ufficiali, sebbene tutti i giocatori presentino i nomi reali. I soli club ad essere licenziati di queste leghe saranno Liverpool, Arsenal, Milan, Inter e Barcellona. Confermate, invece, le licenze per i campionati francesi, per il campionato brasiliano, cileno e olandese, con l’aggiunta per la prima volta per intero della Turkish Super League, interamente licenziata, così come è stata confermata l’acquisizione per i diritti della prossima International Champions Cup.

PES 2019 può essere preordinato già da ora su Amazon! Potete acquistarlo tramite il nostro link di affiliazione al miglior prezzo garantito.
PES 2019 - Nuove leghe

I nuovi campionati che verranno introdotti in PES 2019, tutti interamente licenziati.

Gameplay, modalità e comparto tecnico di PES 2019

Ciò che, al contrario, ha da sempre unito milioni di giocatori e convinto per la sua immediatezza è senza dubbio il gameplay. Quest’anno Konami non può nascondersi dal fatto che – ancor più che in passato – la partita si può vincere prevalentemente su questo fronte. Ecco, dunque, che le novità pad alla mano di questo PES 2019 non puntano a rivoluzionare una formula già efficace e collaudata, ma mirano a limare le piccole sbavature ed a renderla ulteriormente più fine. Si parte con un nuovo sistema di animazioni per i calciatori, che sono stati completamente rivisti nei movimenti e nelle posture, con un’attenzione specifica riservata ai fuoriclasse. Tutto ciò sarà affiancato dal First Touch Impact, una nuova tecnologia che andrà a lavorare direttamente sulla reattività dei calciatori a seconda di fattori quali la postura del corpo, la distanza dalla sfera e l’impatto con essa. Il tutto si trasporrà anche sul sistema di dribbling, il quale promette di offrire una precisione ed uno spettro di azioni più ampio e realistico, avvalendosi della nuova tecnologia. Le novità, tuttavia, non finiscono qui, ed andranno ad interessare anche le meccaniche di tiro. Una rivisitazione del già ottimo Fox Engine – confermato anche quest’anno – permetterà una gestione più accurata della fisica di tiro, che ora terrà maggiormente conto di elementi quali la postura del calciatore, la posizione della sfera e l’angolazione di tiro.

PES 2019 - David Beckham

David Beckham sarà una delle leggende presenti in PES 2019.

A livello più squisitamente tecnico, PES 2019 sembra puntare ad un dettaglio ed un coinvolgimento senza precedenti. Verrà introdotto un nuovo sistema di illuminazione, denominato Enlight, che aumenterà sensibilmente il contrasto tra luci e ombre, offrendo una resa indubbiamente più coinvolgente e piacevole. Questo inficerà anche il dettaglio dei singoli calciatori – per lo meno quelli più famosi, i quali avranno ombre più curate e dettagli del volto più rifiniti. Confermato il pieno supporto al 4K e all’HDR, il resto lo svolgerà il già citato Fox Engine, che ha già mostrato ampiamente i muscoli. Si è -ri-vista anche la neve, che tornerà a ricoprire i manti erbosi.

LEGGI ANCHE: PlayStation Store Saldi Estivi 2018 – Un’estate infuocata di sconti!

Sono state annunciate anche svariate migliorie per quanto concerne le modalità di punta del calcistico Konami, a partire dalla Master League. Sebbene non si abbiano molti dettagli, ad oggi, sappiamo che il sistema di trasferimenti sarà rivisitato, per offrire un livello di realismo ed immersione delle trattative maggiore rispetto al passato. Per quanto concerne il myClub, da segnalare l’aggiunta di un sistema di pacchetti – in pieno stile Ultimate Team – all’interno dei quali poter scovare atleti dalle varie statistiche, le quali saranno variabili di settimana in settimana, sulla base anche delle prestazioni dell’atleta nella realtà. Tornano anche le leggende del passato, ennesima e certamente gradita conferma. Attualmente Konami ha comunicato i nomi solamente di 11 atleti del passato giocabili, e trattasi di Maradona, Beckham, Crujiff, Roberto Carlos, Gullit, Cafu, Maldini, Nedved, Kahn, Matthaus e Vieira. Non è assolutamente escluso che presto conosceremo altri nomi.

PES 2019 sarà disponibile dal 30 Agosto 2018 su PlayStation 4, Xbox One e PC (nessuna conferma o smentita, ancora, in merito ad una eventuale versione per Nintendo Switch). L’8 Agosto verrà rilasciata una demo, scaricabile gratuitamente sulle appena citate piattaforme, che permetterà di cimentarsi nelle classiche partite offline (con supporto al multiplayer locale) e nelle sfide rapide online. Le squadre utilizzabili saranno ben 12: Barcellona, Schalke 04, Liverpool, Inter, Milan, Monaco, Flamengo, San Paolo, Palmeiras, Colo Colo, oltre alle nazionali di Argentina e Francia. PES 2019, inoltre, verrà venduto in quattro differenti edizioni:

  • Standard Edition (59,99) includerà Coutinho e Beckham in prestito nella modalità myClub, oltre ad un agente premium e tre rinnovi contrattuali per i giocatori da utilizzare per dieci settimane;
  • David Beckham Edition (69,99), in aggiunta ai contenuti della Standard Edition vi garantirà David Beckham a titolo definitivo nella modalità myClub;
  • Legend Edition (disponibile solo in digitale, 79,99), in aggiunta ai contenuti delle due precedenti edizioni vi garantirà un giocatore PES Legend in myClub (tra Maradona, Nedved, Maldini e Gullit) e tre rinnovi di contratto per 30 settimane. Effettuando il preordine di questa edizione si otterranno anche una leggenda brasiliana in prestito e 1000 crediti per la modalità myClub.
  • Inter Edition (69,99), una speciale edizione con copertina esclusiva dedicata al club nerazzurro. A livello di contenuti, si otterrà l’equivalente presente nella Standard Edition.

News
  • Assassin’s Creed: dove sarà ambientato il prossimo capitolo? Ecco i primi rumors!
  • Tutte le informazioni da sapere sull’Italian Video Game Awards!
  • COD WW2: i responsabili del gioco lasciano Sledgehammer Games!
  • Metal Gear Survive: Konami ha pubblicato il trailer di lancio
  • I ragazzi di Deck13 sono tornati a parlare di The Surge 2
Seguici su Facebook