Speciale

Natale 2013: la guida ai regali


Carichi dello spirito natalizio, la redazione di Kingdomgame.it vi propone la guida ai regali videoludici da fare in questo Natale 2013. Un buon modo per non farvi trovare impreparati quando dovrete scegliere cosa donare al vostro amico videogiocatore. Non vorrete mica regalargli i peggiori giochi dell’anno, vero? Oppure potrebbe servire come suggerimento per i vostri genitori, tenete casualmente aperta questa pagina mentre vostra madre passa vicino al computer, magari con il gioco che vi interessa ricevere in bella mostra. Funziona sempre.

Non vuol dire che non possa valere anche come aiuto per voi stessi su ciò che potreste giocarvi al calduccio sotto le coperte con una fetta di panettone – o pandoro, se preferite – pronta da divorare tra una cut scene e l’altra.

Selezionate dal menu a tendina in alto il paragrafo che vi interessa, scegliete la console e leggete perché vi consigliamo quel titolo in particolare. E se voleste informarvi ulteriormente basta cliccare all’indirizzamento della recensione dedicata.

Le nuove console sono disponibili da settimane, ma non abbiamo dimenticato le “vecchie”. Troverete una carrellata di titoli che devono essere recuperati e goduti prima del salto generazionale. Non ci vogliano male gli utenti PC, aprite Steam e scaricate l’intera ludoteca, oppure fate i generosi e acquistate il nuovo Humble Bundle.


La nuova generazione

Playstation 4

PS4 per i multipiattaforma

Se avete giocato il giocabile sulle precedenti console è arrivato il momento del salto generazionale. Una delle scelte possibili è Playstation 4, con una cifra del tutto più accessibile rispetto a quando venne lanciata Playstation 3 potrete portarvi a casa la console Sony. Il social è il presente, per questo il Dualshock 4 si forgia di un tasto utile a spammare in due nanosecondi screenshot e video agli amici su Facebook. Per scoprire di più sulla console potete leggere il nostro speciale.

 

Killzone Shadow FallRecensione

“Se avete acquistato PlayStation 4, vi invitiamo ad acquistare anche Shadow Fall!” Così si conclude la nostra recensione sullo sparatutto di Guerrilla Games. Diverse le novità a livello di gameplay, tra le altre l’OWL. Questo nostro compagno di viaggio ci supporta durante i combattimenti, e utilizzando il touchpad del Dualshock 4 potremo impartirgli degli ordini. Offensivi o difensivi che siano. Una campagna maestosa da vedere, meno da seguire a causa di una narrazione poco brillante. Se poi volete festeggiare le feste online potete scontrarvi in multiplayer, veloce e frenetico come il terzo capitolo.

 

Assassin’s Creed IV Black FlagRecensione versione PS4Recensione

Il capitolo piratesco di Assassin’s Creed merita di essere giocato su qualsiasi console possediate, ma la versione Playstation 4 ha diverse frecce al suo arco. A livello tecnico troviamo una risoluzione di 1080p, questa inferiore sulle altre piattaforme. Inoltre il titolo sfrutta il touchpad e il Remote Play con Playstation Vita, utile per continuare la vita da pirata di Edward anche mentre i parenti ci hanno occupato la TV per vedere il Grinch. Non mancano i contenuti esclusivi nati dagli accordi tra Ubisoft e Sony, anche in questo capitolo troviamo 60 minuti di gioco aggiuntivi – alla guida di Aveline, la protagonista di Assassin’s Creed Liberation – esclusivi su Playstation 3 e Playstation 4.

 

NBA 2K14Recensione

Invece di Fifa perché non pensare ad NBA 2K14? La versione next gen del titolo dedicato al basket di 2K non è una mera trasposizione, ma un gioco sviluppato appositamente. A livello tecnico è impressionante, Visual Concept sa quanto sia importante ricreare l’atmosfera dei palazzetti sportivi. Per questo l’engine Eco Motion è stato sfruttato per riprodurre quelle sensazioni, oltre ad una cura che è stata riposta non solo nei giocatori ma anche per gli elementi di contorno. Nuove modalità arricchiscono il pacchetto, mentre altre sono state ripensate per le nuove piattaforme. Il mio GM, La mia squadra e La mia carriera sono tra queste, peccato per l’assenza della carriera nei panni di LeBron James, presente invece sulle versioni Playstation 3 e Xbox 360.

 

Xbox One

One per le esclusive

Se da una parte Sony lancia la sua nuova console ad un prezzo competitivo, dall’altra Microsoft punta ad Xbox One come l’unico e il solo sistema d’intrattenimento da avere in salotto, al centro di tutto. Con Kinect come periferica inclusa nella confezione, rivisto e migliorato nella sua versione 2.0 per gestire al meglio gli spostamenti nella dashboard e durante il gioco con i comandi vocali. Dalla sua anche una line-up di lancio corposa, fatta di esclusive adatte a diversi tipi di giocatori. Per scoprire di più sulla console potete leggere il nostro speciale.

Dead Rising 3Recensione

“Zombie… zombie everywhere” sarebbe dovuta essere la catchphrase per pubblicizzare Dead Rising 3. Non che nei precedenti capitoli della serie i non morti fossero pochi – vi ricordate il parcheggio sotterraneo del primo capitolo? – ma la next gen ha aiutato a mettere in scena centinaia e centinaia di questi da smaciullare in un mondo liberamente esplorabile. A fronte però di compromessi che non rendono il gioco “next” dal punto di vista visivo. 

 

Ryse: Son of RomeRecensione

Chi è sempre stato un prode cavaliere della grafica è Crytek, da sempre riconosciuta come distruttrice di retine. Ryse: Son of Rome è il titolo perfetto per testare le potenzialità di una nuova macchina da gioco, o meglio per far invidia agli amici e silenziare i genitori che si chiedono cosa cambia da Xbox 360. “Ehi, guarda qui mamma! La grafica!”. Peccato per un gameplay ed una progressione poco profondi, accompagnati da una trama dimenticabile che ci accompagna nelle poche ore di gioco.

 

Forza Motorsport 5Recensione

Gentleman, start your engines! Gli appassionati di giochi di guida non possono farsi mancare il primo appuntamento con Turn 10 su Xbox One. È Forza come lo conosciamo, ma con in aggiunta lo sfruttamento del cloud di Microsoft. Drivatar è, se vogliamo, la funzione si pone come lo standard per i prossimi titoli, di qualsiasi genere si tratti. Gareggiando i nostri comportamenti in pista vengono registrati nel cloud, a questo punto si renderà disponibile il nostro avatar che sostituirà gli avversari della nostra lista amici che si comporterà esattamente come noi. Allo stesso modo noi potremo incontrare nelle nostre partite il Drivatar dell’amico che da sportellate, o quello preciso in curva.

 

Wii U

Nintendo alla riscoperta di vecchie glorie

Sonic Lost WorldRecensione

Il porcospino blu di Sega trova nuova linfa vitale sulla console di Nintendo, Wii U. Ironia della sorte è proprio la console della storica rivale ad ospitare in esclusiva il ritorno di Sonic, dove in precedenza non aveva ottenuto un riscontro positivo nei capitoli multipiattaforma. Ci troviamo a correre ad alta velocità in mondi tridimensionali e colorati, ispirandosi stilisticamente con quanto fatto dalla grande N con Super Mario Galaxy.

 

The Legend of Zelda: The Wind Waker HDRecensione

Questo Natale potete tornare indietro nel tempo con la riedizione in HD di The Legend of Zelda: The Wind Waker. Vade retro chi urlava ad una mera mossa commerciale, The Legend of Zelda: The Wind Waker HD è gioia per chi ha apprezzato il gioco nel 2003 ed imperdibile per chi non poté giocarci. Visivamente il titolo si mostra con un coloratissimo Cell Shading in una risoluzione di 1080p. è stato sfruttato anche il Miiverse, grazie all’ampolla Tingle possiamo fare in modo che il Grande Mare recapiti messaggi ad altri giocatori.

 

Pikmin 3Recensione

Rimaniamo nel periodo del Gamecube, ma questa volta un anno dopo, 2004, periodo dell’uscita di Pikmin 2. Ultimo capitolo prima della lunga attesa del terzo attesissimo episodio. Sicuramente ben ripagata, citando la nostra recensione. Colorato, pulito, immediato ma allo stesso tempo profondo, tutte caratteristiche che fanno di Pikmin 3 un titolo consigliato.

 

The Wonderful 101Recensione

Un altro titolo che ha ampliato la ludoteca di Wii U è proprio il lavoro di Platinum Games, un ottimo passatempo anche in attesa di Bayonetta 2. Tutt’altro che un mero compitino, sia chiaro. Carismatico, unico e longevo. 100 supereroi chiamati a combattere un’invasione aliena che ha colpito Blossom City guidati dal vero eroe, noi.


La scorsa generazione

Playstation 3

Su PS3 gli imperdibili

Beyond: Due AnimeRecensione

Quando si parla di emozioni trasmesse dai videogiochi ci viene in mente una persona in particolare, o meglio: un team. Se invece andiamo a ripercorrere gli anni ci verrebbe in mente Fahrenheit nel 2005, Heavy Rain nel 2010 e Beyond: Due Anime nel 2013. David Cage e Quantic Dream continuano con i loro “emotional game” mettendo in atto una storia profonda con una regia magistrale che porta ad un nuovo livello la recitazione nel mondo dei videogiochi. È l’ennesimo toccante viaggio di colui che si può definire come un “regista di videogiochi”. Che si tratti di assistere ad un omicidio in una locanda in una innevata New York, di ritrovare il figlio perso in un affollato centro commerciale o di vivere quindi anni di vita di una ragazza, vi ricorderete sicuramente delle scelte drastiche intraprese.

 

The Last of UsRecensione

Quasi a voler sottolineare il grado di maturità raggiunto, Naughty Dog sforna una nuova IP che ha sorpreso gli utenti Playstation 3. “Ehi, possiamo fare anche dell’altro, non c’è solo Drake e Sully”, Ellie e Joel sono gli ennesimi personaggi ottimamente caratterizzati, vivi, impossibile non esistano. Questa è la sensazione dopo aver vissuto la storia di due sopravvissuti. Una storia reale, vera, emozionante e immersiva. Un titolo che sulle nostre pagine è stato promosso in pagella, 10 su 10.

 

Bioshock InfiniteRecensione

Qualsiasi piattaforma abbiate poco cambia, il consiglio è quello di passare qualche ora nei cieli di Columbia in compagnia di Elizabeth. Una città affascinante e misteriosa che non teme di rivelare aggressivamente i suoi ideali utopistici, in compagnia di una ragazza curiosa di scoprire il mondo, di viaggiare e scappare dalla sua prigionia. Un’esperienza che nella sua durata ci fa provare svariate emozioni rendendoci partecipi delle vicissitudini dei protagonisti. Poteva essere molto di più, Columbia poteva essere sfruttata meglio così come il Song Bird, ma a noi comunque il risultato non dispiace. Citando la nostra recensione: “Questo nulla toglie all’esperienza che la città volante può offrirvi, un salto sulle nuvole vi consigliamo comunque di farlo”.

 

Xbox 360

360 nel segno della giustizia

State of DecayRecensione

Se su Xbox One troviamo gli zombie di Dead Rising pronti per essere decimati, su Xbox 360 – e PC – fa capolino il titolo sviluppato da Undead Labs che mette in primo piano la sopravvivenza piuttosto che la forza bruta. Un mondo sandbox liberamente esplorabile alla ricerca di risorse per campare il più possibile e superstiti da aiutare. Se su PC il genere è una moda da qualche anno e se ne trovano a bizzeffe, su console è ben più raro vivere esperienze simili.

 

Batman Arkham OriginsRecensione

Perché non festeggiare il Natale con un gioco ambientato proprio durante questa festività? Non aspettatevi il Joker vestito di rosso e con una lunga barba bianca però, e di certo non è intenzionato a consegnare regali. Anzi, chi non vuole il pipistrello tra i piedi è Maschera Nera, a tal punto da piazzare una taglia sulla nostra testa di ben 50.000.000 di dollari. Mica pochi, i malviventi potrebbero accontentare le mogli con tutti i gioielli desiderati. Non perdono tempo a metterci i bastoni tra le ruote, nel mentre la trama scorre con l’evoluzione di un giovane Batman ancora inesperto e fragile. Non mancano i colpi di scena ed epiche battaglie grazie al sempre ottimo free flow combat, peccato per una difficoltà non calibrata benissimo ed un multiplayer deserto.

 

GTA VRecensione

Difficile aggiungere più di quanto il titolo del gioco stesso dica alla sola lettura: Grand Theft Auto, se ci aggiungiamo “cinque” abbiamo detto tutto. Ne abbiamo parlato sulle nostre pagine svariate volte, ne ha parlato il mondo intero sui social ed è la nuova moda su Youtube. La parodia di un mondo reale, perverso e folle di Rockstar torna, ancora più fuori dagli schemi e senza limiti. Un mondo vasto, vivo e pieno di attività da portare a termine in quella San Andreas non poi così sconosciuta. Fateci un salto, per noi è il Game of the Year.


Portatili

Nintendo 3DS

Bravely Default: Flying FairyRecensione

Una generazione dominata da titoli occidentali sulle console da casa ha visto un elevato numero di perle dal gusto orientale trasferirsi sulle console portatili, soprattutto su Nintendo 3DS. Per la gioia dei fan che amano lo stile giapponese e delle meccaniche dei classici RPG a turni c’è Bravely Default. Longevo, artisticamente eccelso e il sistema di classi funzionale completano il pittoresco quadro composto da Square Enix.

 

Pokémon X e YRecensione

I Pokémon, i mostri tascabili che ci accompagnano da generazioni di console portatili made in Nintendo. Non li avete ancora collezionati tutti? E allora se siete dei nostalgici e volete tornare nell’erba alta non esitate a fare la vostra scelta. X o Y? Spetta a voi rispondere, noi vi diciamo che questa nuova ripartenza del brand merita di essere giocata.

 

Mario & Luigi: Dream Team BrosRecensione

È l’anno di Luigi! È ora di festeggiare, ma c’è un problema, il fratello in verde si è addormentato. Poco male perché sono proprio i sogni l’incipit di partenza del nuovo capitolo della serie RPG dedicata alla famosa coppia di idraulici. La principessa Peach viene ancora una volta rapita e portata nel mondo dei sogni che dovremo esplorare per scovare Inkubak, il Re dei Pipistrelli, responsabile della malefatta. Il gameplay da gioco di ruolo è come sempre solido e divertente, così come la comicità tipica della serie.

 

PSVita

PS vita per gli RPG

Killzone MercenaryRecensione

Non solo Shadow Fall, c’è spazio anche per il fratellino minore uscito su Playstation Vita. È semplicemente il miglior sparatutto sulla console portatile di Sony, se non potete fare a meno di sparare qualche colpo anche mentre siete in viaggio dovete farlo vostro. Visivamente il lavoro è eccelso e il gameplay restituisce il feedback dei capitoli usciti su console casalinga. Peccato per una trama scontata e nemici tutt’altro che svegli. Scusate Helghast, non invadeteci.

 

Dragon’s CrownRecensione

Quando gli artwork prendono vita, questo è Dragon’s Crown. Stilisticamente divino, ma non solo, è anche un ritorno alla vecchia scuola, ai tempi dei picchiaduro a scorrimento. Ma ancora una volta, non solo, è anche un profondo RPG con le classi, i punti esperienza che evolvono il nostro personaggio e ne sbloccano nuove abilità. Non manca l’equipaggiamento da scegliere con cura prima di cominciare una nuova quest. Insomma, un titolo, oggi, raro da vedersi, un mix di generi che funziona e si lascia ammirare.

 

Soul SacrificeRecensione

Se avete voglia di action RPG con una trama profonda, ricca di colpi di scena, con uno stile dalla forte personalità Soul Sacrifice fa al caso vostro. Dal genio di Keiji Inafune nasce questa esclusiva da giocare sullo schermo della vostra PSVita, seppur si tratti di un titolo portatile non pensate sia stato ridimensionato. È stata posta infatti molta cura per quanto riguarda la trama e la progressione nella storia, con scelte da compiere man mano che si prosegue. L’elevata longevità diventa allo stesso tempo il suo maggior difetto quando alla lunga la struttura diventa ripetitiva. È però possibile sopperire al problema giocando insieme a due amici la campagna.

News
  • Dragon Ball FighterZ: annunciata la data d’uscita in Giappone
  • Esce oggi Elex, il nuovo GDR dei creatori di Gothic e Risen!
  • Un fantastico live action ci ricorda l’uscita di Call of Duty WW2!
  • Alle 16 di oggi giocheremo in diretta The Evil Within 2!
  • Life is Strange Before the Storm episodio 2 ha una data d’uscita!
Seguici su Facebook