Speciale

Fortnite: 100 milioni per gli E-Sports? Le mosse di Epic Games!

La crescita di Fortnite non sembra affatto rallentare, anzi. Epic Games vuole tenere ben saldo il piede sull'acceleratore!

Da mesi Fortnite controlla in maniera incontrastata il genere dei Battle Royale su PC, PS4, Xbox One e – da qualche tempo a questa parte – anche su IOS!

Da Settembre 2017 ad oggi, la componente Battle Royale di Fortnite è cresciuta in una maniera davvero esponenziale. La produzione di Epic Games, inizialmente focalizzata soltanto sul PvE, è riuscita col tempo a crearsi il proprio (vasto) pubblico, dapprima ispirandosi al fenomeno PUBG, per poi puntare sulla costruzione dei fortini, la vera e propria particolarità offerta dal gameplay. Quest’ultimo a detta di molti è accessibile a tutti i videogiocatori, dai più grandi ai più piccini, ma per essere padroneggiato necessita di un buon livello di abilità da parte dell’utente.

All’inizio della partita tutti i giocatori partono allo stesso “livello” per poi atterrare e iniziare la propria scalata, fra drop fortunati o sfortunati e scontri fino all’ultimo HP. Più si va in avanti, però, più a diventare fondamentale e importante sarà l’abilità dei videogiocatori stessi, i quali dovranno affidarsi alle proprie capacità e – alle volte – a un pizzico di fortuna. Quest’ultima in Fortnite – così come nella vita di tutti i giorni – non guasta mai!

Perché Fortnite sta avendo successo?

Il titolo del paragrafo non vuole soltanto attirare la vostra attenzione. In questo articolo, infatti, vi dirò esattamente i motivi che hanno portato Fortnite ad essere il videogioco del momento. Il primo punto ovviamente è il fatto che ci troviamo davanti a un free to play. La natura gratuita del Battle Royale lo ha portato inevitabilmente a essere provato e giocato da influencer di tutto il mondo e in ogni dove, sia su Youtube che su Twitch. A questo punto, però, una domanda sorge spontanea: come fanno gli sviluppatori a guadagnare sul lungo periodo? Grazie alla vendita di oggetti cosmetici che vanno a rendere più vario, frizzante e divertente il proprio character, apportando delle modifiche soltanto estetiche! Ciò detto, la competizione non è affatto influenzata dagli acquisti dei videogiocatori, e a conti fatti si puà tranquillamente affermare che Fortnite non è un pay to win!

LEGGI ANCHE: Fortnite – I segreti per vincere la Battle Royale in team!

I nostri consigli per giocare bene a Fortnite.

I segreti che hanno portato Fortnite ad ottenere un grandissimo successo!

L’ultima e indubbiamente più importante motivazione consiste nel continuo e repentino supporto degli sviluppatori con il rilascio di aggiornamenti in grado di mutare – seppur in minima parte – l’esperienza della propria community con l’inserimento di nuove armi, oggetti in-game e nella quarta stagione, l’introduzione delle pietre salterine, in grado di portare la gravita a 0 per alcuni secondi, garantendo salti che farebbero invidia ai più grandi supereroi Marvel.

Di seguito, andiamo a ricapitolare gli elementi che hanno portato Fortnite a diventare il videogioco più in voga del momento:

  1. E’ un Free To Play!
  2. Non è Pay to win!
  3. Alta competizione e progressione accentuata per i Pass Battaglia;
  4. La progressione dà accesso a nuove skin, a nuovi oggetti e ai V-Bucks (la moneta virtuale di Fortnite);
  5. Non è soltanto divertente da giocare ma anche da guardare! Youtuber e streamer ringraziano (soprattutto Ninja);
  6. Alta frequenza di aggiornamenti “gratuiti” da parte degli sviluppatori;
  7. Il level cap generale e quello del Pass battaglia si azzerano all’inizio di ogni stagione.

Epic Games apre agli e-Sports… Stanziati 100 milioni di dollari per Fortnite!

Poco fa ho descritto i motivi – tra l’altro collegati – che hanno contribuito alla fortuna di Fortnite, riuscito a prevalere su tutti gli altri esponenti del genere e andando addirittura ad accendere l’interesse di altri publisher e team di sviluppo, come ad esempio quello di Activision e Treyarch con Call of Duty Black Ops 4 che comprenderà al suo interno Blackout, una vera e propria modalità Battle Royale. Epic Games non sembra volersi fermare qui, ma è intenzionata – al contrario – ad allargare il proprio videogame ad altri orizzonti. L’intenzione per la stagione 2018-2019 è quella di lanciare Fortnite anche nel mondo degli e-Sports. La cifra messa in palio si aggira sui 100 milioni di dollari, la più alta mai stanziata per delle competizioni competitive riconosciute ufficialmente. In merito alle modalità di E-Sports resta ancora da vedere cosa ha in mente la stessa Epic Games, visto che vorrebbe agire in un modo differente rispetto a quanto avviene con gli altri videogame di punta come League of Legends, Counter Strike Go e compagnia cantante.

LEGGI ANCHE: Fortnite – Ecco cosa è cambiato con la Season 4!

Fortnite si prepara a diventare un vero e proprio e-Sports!

Nell’attesa, la stessa software house – il cui 40% appartiene al colosso cinese Tencent – ha annunciato un mega torneo di Fortnite, denominato Celebrity Pro-Am, che si disputerà il prossimo 12 Giugno in occasione dell’E3 2018. Tra le star più attese del torneo non mancherà ovviamente Tyler Blevins, in arte Ninja, che deve gran parte del suo clamoroso successo al Battle Royale di Epic Games, oltre alla sua innata capacità di realizzare sempre uno show – degno di questo nome – nelle live trasmesse sulla piattaforma Twitch. l’Evento Premium (si potranno infatti acquistare dei biglietti per seguire l’evento e/o per seguire tutto il torneo) metterà in palio un montepremi pari a 3 milioni di dollari. Questi ultimi saranno completamente donati in beneficenza! Ed è questa, forse, la notizia più positiva. Fortnite è destinato a diventare qualcosa in più di un videogioco, un intrattenimento sportivo che al momento sta facendo del bene – magari non al settore dei videogiochi –  a Epic Games, a Ninja e presto, forse, anche agli e-Sports. In ogni caso, noi di Kingdomgame.it saremo qui per raccontarvelo.

News
  • Assassin’s Creed: dove sarà ambientato il prossimo capitolo? Ecco i primi rumors!
  • Tutte le informazioni da sapere sull’Italian Video Game Awards!
  • COD WW2: i responsabili del gioco lasciano Sledgehammer Games!
  • Metal Gear Survive: Konami ha pubblicato il trailer di lancio
  • I ragazzi di Deck13 sono tornati a parlare di The Surge 2
Seguici su Facebook