kingdomgame.it

Siamo Su Twitch!

 
Recensione

Nvidia GTX 780 Ti – Recensione

Nvidia propone la sua top di gamma in versione Ti!

Mentre AMD si pavoneggia con la potenza delle sue nuove GPU Hawaii R9-290X ed R9-290, NVIDIA passa al contrattacco e lancia sul mercato una nuova scheda video con GPU GK110 ben selezionate, stiamo parlando della GeForce GTX 780 Ti.
Un mostro di pura potenza per il gaming con risultati persino superiori a GTX Titan.
La nuova GTX 780 Ti è attualmente la scheda a singola GPU più veloce sul mercato con ben 2880 Cuda Core, 240 Texture Units, 3GB GDDR5 a 7000MHz per 336 GB/s di Banda passante e 7,1 Miliardi di Transistor.

Parlando della scheda, sorge spontaneo il paragone con GTX Titan visto il confronto tra una VGA che viene proposta a 650€ (ma che effettivamente si trova anche a meno) contro una che invece ne costa 1000Mettendo fianco a fianco le specifiche delle due schede, i motivi per prendere TITAN sembrano calare:

Insomma, stessa GPU, entrambe supportano il Quad-SLI, maggior numero di Core e clock più alti per la 780 Ti… Perchè scegliere Titan?

La GTX 780 Ti, senza dubbio, è una scheda più potente della GTX Titan ma con la nuova VGA, NVIDIA, ha scelto di concentrarsi principalmente sui calcoli in single precision, azzoppandola sui calcoli in double. Infatti, la nuova arrivata ha, anch’essa, 1 unità di calcolo in double precision ogni 3 CUDA core ma a clock decisamente più bassi rispetto a Titan, che rimane quindi indirizzata agli sviluppatori CUDA grazie alla potenza di calcolo in Double Precision, mentre la GTX 780 Ti è pura potenza per il gaming che spinge al massimo il GK110 con tutte le 15 unità SMX abilitate che le garantiscono 240 texture units.

Stando ai Benchmark in rete, la scheda, da sola, è quasi capace di farci godere dei nostri giochi a risoluzioni 4k con dettagli alti. Per definizioni ancora più alte, o comunque, per sistemi multi-monitor dove talora sarebbe consigliato avere un sistema in SLI, partner selezionati, come ad esempio EVGA stanno già lavorando per mettere in mercato modelli con 6GB GDDR5 (*) dando quella spintarella in più durante il gaming a risoluzioni altissime.
Con l’acquisto della scheda, si garantisce il supporto totale a tutte le ultime tecnologie NVIDIA e, grazie al recentissimo GeForce Experience, l’esperienza di gioco offerta da NVIDIA è sempre più vantaggiosa. Il problema del prezzo, significativamente più alto rispetto alla rivale AMD R9-290X, ha trovato una “lieve” giustificazione grazie al pacchetto di giochi incluso con l’acquisto della scheda.
Nella nostra recensione daremo uno sguardo più da vicino alla scheda per poi valutarla a livello prestazionale.
Passeremo quindi da un breve set fotografico ai vari Benchmark In-Game a 1920×1080 per poi concludere con dei test in overclock, uno sguardo alle temperature ed un verdetto finale sulle prestazioni della scheda.

(* UPDATE: – Le voci sulla GTX 780 Ti a 6GB sono recentemente state smentite.)


La Scheda

Per quanto il nuovo design “della rossa” (AMD R9-290X) possa intrigare, NVIDIA, a livello estetico, con i suoi nuovi modelli Reference ha davvero fatto un buon lavoro. La VGA monta l’ormai classica, ma comunque elegante, struttura esterna in alluminio che va in contrasto con la scritta GTX 780 Ti e con il nero attorno alla ventola centrifuga del dissipatore.

Una volta montata nei vostri PC, la scheda, oltre a fare il suo bel figurone, saprà come distinguersi dagli altri componenti grazie alla fantastica scritta verde luminosa “Geforce GTX”. Un bello spettacolo da sfruttare nel caso si disponga di un case con un pannello trasparente. Se poi il verde vi da fastidio potrete pur sempre spegnerlo o regolarlo a vostro piacimento grazie a GeForce Experience!

Sul fronte output, troviamo invece una DisplayPort, una HDMI di tipo 1.4a e due DVI Dual-Link (DVI-D e DVI-I). Nessun problema quindi per il gaming su più schermi!

Sotto il dissipatore è possibile ammirare il GK110 in tutto il suo splendore e circondato dai moduli di Ram GDDR5, mentre l’immagine di sotto ritrae il retro della scheda.


Specifiche e configurazione di prova

Anche se nell’introduzione avevamo accennato alle caratteristiche della nuova VGA di casa NVIDIA, di seguito rilasciamo le specifiche tecniche della GTX 780 Ti più nel dettaglio.

Specifiche Tecniche:

  • Cuda Core: 2880 
  • Clock di Base: 875 
  • Clock Boost: 928 
  • Fill Rate Texture: 210 GigaTexels/s 
  • Velocità Memoria (Gbps): 7 
  • Quantità di Memoria: 3GB (possibili modelli custom con 6GB) 
  • Interfaccia di memoria: 384 bit GDDR5 
  • Banda passante: 336 GB/s 
  • Temperatura Massima: 95°
  • Consumo Energetico: 250W 
  • Requisito Minimo di potenza del sistema (dichiarato da NVIDIA): 600W 
  • Alimentazione: 6pin + 8pin 
  • Massima risoluzione digitale: 4096×2160 
  • Massima risoluzione VGA: 2048×1536 
  • Connettori Multimediali: HDMI | Dual Link DVI-D | Dual Link DVI-D | Display Port 
  • Altezza: 26,67cm 
  • Lunghezza: 11,16cm 
  • FXAA e TXAA: Sì 
  • SLI: Sì, fino a Quad-SLI 
  • PureVideo: Sì 
  • 3D Vision: Sì 
  • PhysX: Sì 
  • DirectX: 11 
  • OpenGL: 04.03.00 
  • Supporto del Bus: PCI-E 3.0 
  • Giochi 3D: Sì
  • Blu Ray 3D: Sì

Per quanto riguarda invece la nostra configurazione di prova, i test saranno eseguiti su un PC con i7 3770K a 4.5Ghz su una Asrock Z77 Extreme 4 e confrontati con una GTX 680 Lightning.

Tutti i test sono stati eseguiti a 1920×1080 per mancanza di un monitor a definizione superiore.

  • CPU: i7 3770K @4.5Ghz
  • Mainboard: ASRock Z77 Extreme 4 
  • RAM: G.skill Sniper 16GB 1866MHz 
  • SSD/HDD: Corsair GT Force Series 120GB + WD10EZRX 1TB 
  • Scheda Video: MSI GTX 680 Lightning 2GB – NVIDIA GTX 780 Ti
  • Driver: GeForce R331 Game Ready Driver WHQL (331.82)
  • Scheda Audio: integrata 
  • Monitor: LG 32LM3400 
  • Alimentatore: XFX Core Edition ProSeries 750W 
  • Sistema Operativo: Windows 8.1 pro 
  • Case: Aerocool Mechatron Window Edition

3DMark Fire Strike e 3D Mark 2011

I primi test cominciano tra fuoco e fiamme in 3DMark Firestrike. I test sono stati eseguiti prima in modalità standard e poi in modalità Extreme che sfrutta la tecnologia DirectX 11. L’ideale per sfruttare a pieno la potenza di una GPU per il gaming estremo!

Tra GTX 780 Ti e una 680 lightning in default non c’è davvero confronto. In modalità Extreme la GTX 780 Ti stacca la 680 di ben 2760 punti mantenendo durante il test un framerate drasticamente più alto rispetto all’antenata.

Cambiando Test, passiamo al 3D Mark 2011, un altro test DirectX11 che fino ad ora ha dato filo da torcere a moltissime GPU.
Il test sarà svolto in modalità Performance visto che si tratta della basic edition.

Anche qui, la differenza non è poca ma benchmark non significa solo 3DMark. Passiamo subito alla pagina successiva con Unigine Heaven e Valley!


Unigine Heaven e Valley

Nello scrivere questa recensione non potevamo fare a meno di lasciarci trasportare dai benchmark Unigine.
Heaven, con la sua città tra le nuvole come in Bioshock Infinite (si, abbiamo testato anche quello), e Valley che ci ha trasportato in una tranquillissima valle con cinematiche mozzafiato.
Entrambi i test sono in DirectX 11 ed al massimo del loro potenziale grafico. Heaven 4.0, più pesante di Valley, offre una notevole tassellazione, l’ideale per fare dei benchmark no?

Finito con Heaven si passa a Valley, anche se un po’ obsoleto, questo benchmark è ancora capace di far lavorare come si deve le nostre GPU. Il test è stato fatto girare ad Extreme HD alla risoluzione a 1080p.

 

Con Valley, chiudiamo questa piccola sessione di Benchmark specifici per passare al vero gaming e lasciar scatenare la GTX 780 Ti.
Che titolo, meglio di Metro Last Light, per cominciare?


Metro Last Light

Metro: Last Light ci porta in mondo Post-Apocalittico dove gli umani sono costretti a vivere nella metropolitana di Mosca, in Russia, per difendersi dalle minacce della superficie. Non stiamo parlando di semplici radiazioni, ma di strane creature mutate a causa del cataclisma nucleare, ma sopratutto dei temibili Tetri, creature capaci di controllare le menti altrui contro cui difficilmente, un essere umano, può qualcosa. La storia si basa sul legame tra il protagonista, Artyom, ed i Tetri.

Il gioco, il cui debutto è avvenuto proprio quest’anno, è tratto dal famoso romanzo di D.Glukhovsky ed è un titolo “NVIDIA – The Way It’s Meant To Be Played”, ottimizzato per CUDA e PhysX, uno spettacolo da non perdere.

 


Tomb Raider

Da un gioco verde NVIDIA passiamo invece ad un titolo rosso AMD, Tomb Raider.
Lara Croft fa il suo ritorno su console e PC con un salto di qualità grafica impressionante. AMD ha colto l’occasione per presentare la nuovissima ed esclusiva tecnologia Tress FX, dunque il nuovo capitolo di Lara è stato un grande evento sopratutto su PC.
Abbiamo testato il gioco in qualità “Ultra” a 1080p con Tress FX disattivato essendo una tecnologia AMD.
Vediamo come se l’è cavata la squadra verde!


Bioshock Infinite

Questa volta andiamo sopra le nuvole con Bioshock Infinite, il celebre titolo di 2K Games che narra le avventure di Booker ed Elizabeth nella città di Columbia. Il titolo è stato subito un gran successo. Ottima trama, ottima longevità e sopratutto uno spettacolo da godersi ad altissime risoluzioni su PC.
Ancora una volta stiamo parlando di un titolo AMD Gaming evolved, ma mettiamo subito la GTX 780 Ti alla prova con una sessione di gioco in Ultra a 1080p nel DLC “scontro tra le nuvole”.


Battlefield 4

Adesso si scende dalle nuvole e si va dritti sul campo di battaglia con Battlefield 4, il nuovo capolavoro di DICE. Avvincente, frenetico ed emozionate, Battlefield 4 è un titolo immancabile sul proprio PC, sopratutto se si vuole sfruttare per bene il proprio sistema. Un titolo ottimizzato per AMD ma che comunque fa il suo figurone su GPU NVIDIA. Mentre la GTX 680 a fatica è riuscita a mantenere un frame rate sufficiente per godersi il gioco ad Ultra, la nostra GTX 780 Ti non ha fatto fatica a mantenersi sopra i 60 fps.


Assassin’s Creed IV: Black Flag

Yarr!!! Si passa ai pirati di Assassin’s Creed IV: Black Flag, un titolo questa volta ottimizzato per NVIDIA.
Il gioco ci mette nei panni di Edward Kenway, da prima un corsaro, divenuto poi un pirata. I suoi sogni di gloria e ricchezza lo portarono in breve ad entrare nell’ordine degli assassini.
Questo titolo, purtroppo, ha il framerate limitato e non è proprio il gioco ideale per un benchmark. Tuttavia trattandosi di un titolo molto recente e graficamente soddisfacente, non abbiamo potuto fare a meno di giocarlo in Ultra con HBAO+ e MSAA 2x a 1080p.


Far Cry 3

In questa recensione non poteva mancare un po’ di “sana” follia grazie a Far Cry 3. Il gioco offre enormi spazi aperti ma pieni di vegetazione, tanti effetti, occlusione ambientale e chi più ne ha più ne metta.
Lo sparatutto in prima persona ci mette nei panni di Jason Brody, che dovrà fare di tutto per porre fine alle crudeltà di Vaas e recuperare i propri amici rapiti proprio da quest’ultimo.
Il gioco sfrutta il motore grafico Dunia Engine 2 ottimizzato per AMD ed ovviamente compatibile con le DirectX 11.
Abbiamo settato il gioco al massimo della grafica a 1080p e con MSAA 8x e la nostra GTX 780 Ti è riuscita a reggere il gioco mantenendosi sempre sui 60 fps.


Crysis 3

Crytek è famosa per Crysis e per il suo talento nello sviluppare una grafica di altissima qualità. Con Crysis 3, grazie al Cry Engine 3, il gioco ha raggiunto livelli di dettaglio impressionanti, rivelandosi una vera e propria sfida persino per i PC più performanti. Il titolo è stato ottimizzato per AMD ma non per questo le nostre GPU NVIDIA non sanno cavarsela, anzi, tutto il contrario. La nostra GTX 780 Ti è riuscita a mantenere un frame rate abbastanza alto durante il test a 1080p con impostazioni “Very High” e MSAA 2x.


Overclock e Temperature

L’overclock è un “brutto vizio” di tutti gli smanettoni appassionati di Hardware e consiste nell’aumentare i voltaggi e i clock con cui la scheda video opera normalmente al fine di avere maggiori prestazioni a scapito comunque di consumi e temperature.
Sulla GTX 780 Ti abbiamo aumentato lievemente il voltaggio, aggiungendo +0,075, il Core Clock, invece, è stato aumentato di +200MHz ed il Memory Clock di +200MHz ricavandone un significativo incremento delle prestazioni senza alzare, di troppo, le temperature (già alte in default).

I seguenti test sono stati svolti modificando appunto i parametri sopracitati quindi tenete presente che i valori predefiniti erano:

  • Core Clock: 876 (boost 928)
  • Memory Clock: 1750 (7000MHz effettivi)

Dopo l’overclock invece i valori sono:

  • Core Clock: 1076 (boost 1128)
  • Memory Clock: 1850 (7400MHz Effettivi)

 

Temperature

Parlando invece delle temperature, purtroppo non si può di certo dire che la scheda operi ad una temperatura accettabile. Quando abbiamo svolto i nostri test la temperatura esterna variava da 18°c a 20°c mentre la GTX 780 Ti arrivava ad una temperatura di 83°c pur facendo test brevi e pur essendo in un ambiente ben ventilato con 2 ventole da 1600 RPM che continuavano a fornire aria “fresca” alla GPU. Tenere la scheda in un ambiente chiuso e poco ventilato, potrebbe far lievitare la temperatura, dunque consigliamo di ventilare adeguatamente il proprio case sopratutto per le sessioni di gaming più durature.


Considerazioni finali

La GTX 780 Ti è incredibilmente veloce ed ha bruciato tutti i nostri benchmark con risultati altissimi. Attualmente la nuova arrivata di casa NVIDIA è la scheda più veloce che possiate trovare in mercato, con i suoi 2880 Cuda core neanche la R9-290X è un problema. Una GPU che fa tremare GTX Titan nel gaming e perfetta per garantirsi i 60 fps in Full HD a dettagli massimi.

Esteticamente, è un bel pezzo da montare sul proprio PC, grazie poi a GeForce Experience, la scritta luminosa “GeForce GTX” è regolabile a nostro piacimento. Apprezzabile la scelta di NVIDIA, di utilizzare materiali più ricercati nella costruzione del dissipatore Reference, dando in questo modo un tocco di stile.

In overclock la GTX 780 Ti da abbastanza soddisfazioni, ma alzare il voltaggio su un modello reference con temperature già molto alte di suo è poco raccomandabile. Molte aspettative, invece, per i modelli con sistemi di dissipazione Custom come la Gigabyte GTX 780 Ti con Windforce 3x o modelli già overclockati con 6GB (3GB) di GDDR5 come la EVGA GTX 780 Ti KingPin Edition.
Tutto questo, comunque, se si è disposti a consumare più di 250W in una sola scheda, che non è poco ma, comunque, giustificabile visto le prestazioni.
Il Fatto di poter supportare il Quad-SLI potrebbe essere una giusta scelta se si vuole realizzare il proprio sogno di aver occupati tutti gli slot PCI-E 3.0 della propria scheda madre.

Ma la concorrenza?
In generale la GTX 780 Ti è una scheda eccellente in tutto. L’applicazione GeForce Experience, oltre all’ottimizzazione dei giochi con un click, permette ormai di registrare i propri gameplay in background senza gravare sulle prestazioni grazie a ShadowPlay. Un applicazione “ALL-IN-ONE”, che permette gestione completa del lato gaming del proprio PC.
AMD, di tutta risposta, ha anche annunciato una partnership con Raptr per lo sviluppo dell’ app AMD Gaming evolved (già disponibile) che, a parte tutte le funzioni social di Raptr e a parte non avere la possibilità di registrare gameplay, ha più o meno le medesime funzioni di NVIDIA GeForce Experience.

Comunque c’è sempre da considerare il fattore prezzo, visto che la GTX 780 Ti viene venduta ad un prezzo minimo che oscilla tra i 600 ed i 650 euro, mentre la R9-290X di AMD si trova benissimo sulle 500 euro.

Chi sta per acquistare una GTX 780 Ti dovrebbe sempre valutare bene la situazione, visto che da un lato, con l’acquisto della scheda NVIDIA, si ricevono 3 giochi gratuiti e recenti (Batman: Arkham Origins, AC IV Black Flag, Splinter Cell: Blacklist), si ha un maggior framerate ed il supporto totale all’app GeForce Experience.
Dall’altro, con una AMD R9-290X si risparmiano 100-150 euro, avendo prestazioni molto simili in quasi tutti i casi, ma non avendo la possibilità di registrare gameplay con un software appositamente sviluppato per la propria GPU e dovendosi accontentare di un solo gioco in bundle (Battlefield 4).

In ogni caso, la GTX 780 Ti ha soddisfatto tutte le nostre aspettative meritandosi appieno il suo voto.

Si ringrazia NVIDIA per il materiale fornitoci per questa recensione.

I pro

  • Design ed Estetica Reference appaganti
  • La scheda più veloce nel mercato
  • GPU con un ottimo potenziale in overclock

I Contro

  • Consuma Troppo
  • Temperature alte
  • Limitata sul Double-Precision
  • Costa ancora tanto, ma comunque meno di Titan

Voto Globale 8.5

La GTX 780 Ti è una scheda ottima, a patto che si sia convinti di voler spendere quello che costa, e non è poco. Comprare un modello Reference significa anche avere temperature molto alte, quindi forse sarebbe meglio aspettare per un modello custom con un dissipatore più efficiente. Ma non solo, visto che modelli con 6GB di RAM GDDR5 sono attualmente in fase di produzione, spendere qualcosina in più potrebbe fare la differenza su configurazioni multi-monitor. Attualmente la scheda, anche se purtroppo non abbiamo avuto il piacere di provarla oltre i 1080p, se la cava sufficientemente bene sul gaming a risoluzioni superiori. Il problema del prezzo può comunque passare in secondo piano visto il vantaggioso pacchetto di giochi che si riceve con l'acquisto della scheda.  L'acquisto è senza dubbio consigliato a chi vuole solo il meglio disponibile in mercato senza badare troppo a spese. La GeForce GTX 780 Ti è una scheda video che difficilmente lascerà deluso chi ne possiede una.

Seguici su Facebook