Recensione

Mario & Luigi: Dream Team Bros, Recensione

"Nella testa di Luigi" Ecco la nostra recensione di Mario & Luigi Dream Team Bros, nuovo titolo dalla componente RPG per Nintendo 3DS.

Il successo di Nintendo, si sa, ancor più che dall’innovazione da sempre perseguita da ogni nuova console lanciata sul mercato, è da ricercare nell’incredibile appeal delle proprie serie di punta che sono state capaci di far breccia nel cuore di milioni di giocatori e vi sono rimaste saldamente ancorate. Tra tutti il personaggio più riconoscibile, nonché vera e propria icona della casa della grande N è SuperMario, il celeberrimo idraulico italiano baffuto protagonista di decine di videogames quasi tutti dalla qualità molto elevata. Quest’anno, tuttavia, il colosso giapponese, ancor più che incentrarsi su di lui, ha deciso di riportare in auge la figura di Luigi, suo fratello e storico compagno di avventure, in quello che viene denominato “l’anno di Luigi” il quale sarà l’eroe principale di numerose avventure tra cui Luigi’s Mansion 2, New Super Luigi U e il titolo che prenderemo in considerazione oggi, Mario & Luigi: Dream Team Bros. per Nintendo 3DS, nuova iterazione del filone RPG delle avventure del duo più famoso del mondo dei videogiochi.

 

Un isola misterio…zzz…

In un giorno qualunque, la principessa Peach viene invitata su una misteriosa isola chiamata Pi’illo ( fantasiosa distorsione della parola inglese Pillow, cuscino ), una sorta di enorme distesa naturale in cui il popolo dei Pi’illow ha costruito un resort per il relax totale dei propri visitatori. Una volta arrivati sull’isola però Peach, accompagnata come al solito da Mario, Luigi, i Toad e la sua corte scopre alcuni inquietanti retroscena sull’antico popolo che abitava l’isola i quali, infatti, dopo lo scontro contro il cattivissimo e potente Inkubak, il Re dei Pipistrelli, sono stati trasformati in cuscini di pietra sparsi in tutta l’isola. Stanchi per il viaggio, i due idraulici italiani decidono di riposarsi un po’ e Luigi si distende su uno speciale letto che si dice appartenesse al principe dei Pi’illow aprendo un magico portale sul mondo dei sogni. Questo permette a Inkubak di fuggire dalla prigione onirica in cui gli antichi lo avevano imprigionato e di rapire la principessa Peach. Toccherà dunque a Mario e a suo fratello esplorare il misterioso mondo dei sogni per trovare un modo per salvare l’amata principessa dalle grinfie del malvagio Inkubak. Non volendovi spoilerare oltre l’interessante trama del titolo ci limitiamo ad anticiparvi che come se le difficoltà non fossero già abbastanza, il duo dovrà fare i conti anche con l’antagonista storico della serie, Bowser, attirato sull’isola che entrerà subito in combutta con il Re dei Pipistrelli!

 

Gameplay da sogno!

Il gameplay di Mario & Luigi: Dream Team Bros. ricalca quello dei precedenti titoli RPG basati sull’universo dell’idraulico italiano ma lo fa aggiungendo una meccanica di gioco, quella dei sogni, che aggiunge spessore alla già divertente formula ideata dagli sviluppatori. Partiamo col parlare del lato dell’esplorazione, da sempre punto cardine del gameplay dei giochi di ruolo. Il titolo divide la componente esplorativa in due parti ben distinte: la prima, quella nel mondo reale, permette il movimento in 3 dimensioni e attribuisce ai tasti A e B rispettivamente il salto di Mario e Luigi dato che i due eroi si muoveranno all’unisono mentre la seconda, quella ambientata nei sogni, rigorosamente in 2 dimensioni e che si avvicina di più alla serie platform classica senza perdere, però, il sistema di combattimento in stile RPG.

Per quanto concerne quest’ultimo, anch’esso si divide tra mondo reale e onirico e si configura come quello tipico dei giochi di ruolo di Mario. Nel mondo reale, ogni cubo selezionabile ( in una struttura a turni ) corrisponde una azione che può essere il Salto, l’attacco base dei fratelli eseguibile dall’alto e potenziabile premendo nuovamente il tasto col giusto tempismo, la Martellata, sbloccabile successivamente che permette di infliggere maggiori danni all’avversario ma che è efficace unicamente con i nemici non volanti, gli Attacchi Fratelli, potentissimi attacchi di coppia sbloccabili raccogliendo 10 pezzi di puzzle sparsi negli scenari che consumano un determinato indicatore o Oggetti, che permette di utilizzare uno dei numerosissimi oggetti acquistabili con le immancabili monete che andremo a raccogliere. Nel mondo dei sogni il discorso cambia leggermente in quanto Mario combatterà da solo mentre una forma onirica di Luigi (chiamata appunto OniriLuigi) si occuperà di potenziare enormemente i suoi attacchi permettendo di sconfiggere molti nemici allo stesso tempo. A questo semplice ma profondo sistema di combattimento si aggiunge un intuitivo sistema di contromosse che farà sì che con un po’ di pratica il giocatore possa schivare qualsiasi tipo di attacco e due meccaniche interessanti legate alle cosiddette Spille e al Level-Up. Le Spille sono degli oggetti equipaggiabili ad entrambi i personaggi e che attiveranno i propri poteri una volta riempita l’apposita barra a suon di battaglie, poteri che spaziano da un recupero parziale di HP a una temporanea invulnerabilità e tanti altri.

Il Level-Up dei nostri eroi, inoltre, ci permetterà di personalizzarne gli attributi e le statistiche in modo da adattarli al nostro stile di combattimento. Vero elemento caratterizzante della produzione, comunque, è la possibilità di Oniriluigi di interagire col mondo dei sogni entrando, ad esempio, in un totem tramite il quale ( con l’utilizzo del touch screen ) far raggiungere a Mario posti altrimenti inaccessibili. In sostanza il gameplay di questo Mario & Luigi Dream Team Bros. si conferma solido, accessibile, divertente ed appagante anche se non presenta elementi realmente rivoluzionari rispetto al passato.

 

Tecnicamente Parlando

Dal punto di vista tecnico il titolo è una gioia per gli occhi! Scenari coloratissimi e ispirati, animazioni convincenti e che riescono a esprimere una comicità incredibile seppure i due personaggi principali non parlino nemmeno una volta in tutto il gioco e personaggi abbastanza caratterizzati sono solo alcuni degli aspetti positivi che ci sentiamo di rimarcare di questa nuova opera di Nintendo per non parlare dei dialoghi spassosissimi e del sonoro come al solito convincente e che si sposa alla perfezione con le atmosfere del gioco. Abbiamo trovato leggermente sottotono il level design delle parti legate al mondo onirico ma niente che possa inficiare la godibilità del prodotto.

I pro

  • Gameplay solido, divertente ed appassionante
  • Comicità irresistibile
  • Tecnicamente una gioia per gli occhi. Durata sopra la media

I Contro

  • Poche reali innovazioni
  • In confronto alla maestosità del mondo reale, il mondo onirico appare quasi sottotono
  • Enigmi ambientali fin troppo semplici

Voto Globale 9

Ogni titolo legato al nome di Mario viene atteso dagli appassionati con trepidazione sempre maggiore vuoi per il legame affettivo col personaggio in questione, vuoi per il fatto che questi prodotti siano dei veri e propri concentrati di gameplay, puro, appassionante e divertente, come poche altre saghe sanno fare. Questo Mario & Luigi Dream Team Bros. non fa eccezione e va a piazzarsi nell'olimpo delle killer-app disponibili per Nintendo 3DS. Se siete appassionati di RPG e amate Mario questo gioco DEVE essere vostro.

News
  • Assassin’s Creed: dove sarà ambientato il prossimo capitolo? Ecco i primi rumors!
  • Tutte le informazioni da sapere sull’Italian Video Game Awards!
  • COD WW2: i responsabili del gioco lasciano Sledgehammer Games!
  • Metal Gear Survive: Konami ha pubblicato il trailer di lancio
  • I ragazzi di Deck13 sono tornati a parlare di The Surge 2
Seguici su Facebook