Recensione

Hawken: Recensione e Analisi

Hawken ha fatto la sua apparizione durante l’E3 del 2012, con svariati video di gameplay. Da subito molti giocatori hanno mostrato un certo interesse per questo nuovo MMO free to play che ha come protagonisti dei mech. Una scelta del genere è sia rischiosa che giusta, non ci sono molti titoli dedicati al tema dei robot (soprattutto fuori dal Giappone) sia per quanto riguarda il mercato console, che soprattutto quello online. Ma questa mancanza di rivali fa in modo che se il titolo susciterà un certo interesse nei giocatori, potrà diventare un MMO di tutto rispetto. Dopo varie closed beta, il 12/12/12 è stata rilasciata la versione open, e dopo averla provata, siamo pronti a scriverne un resoconto.

 

Benvenuto Pilota!

Trattandosi di uno sparatutto, la trama non è di certo il punto centrale del gioco. Infatti, avrete a disposizione pochissime informazioni sul mondo che fa da sfondo alle battaglie. Inizialmente vi  detto che il pianeta su cui risiedete è quello maggiormente visitato da coloro che vogliono diventare piloti, ed è chiamato Illal. Il pianeta era stato preso d’assalto a causa delle interessanti risorse naturali presenti su di esso, e così iniziò la colonizzazione da parte di tre compagnie, Prosk, Sentium e Crion. Anche altri gruppi erano presenti, ma i tre citati sono i più importanti. In origine questi gruppi si diedero guerra con l’avanzamento tecnologico, ma dopo la caduta di Crion, un nano-virus ha infestato il pianeta, causando la rovina di un terzo della superficie di Illal. Da quel giorno in poi, le guerre causate avevano l’obbiettivo di contendersi la parte di pianeta rimasta ancora intatta, soprattutto per le risorse naturali presenti, e i protagonisti di queste battaglie sono i piloti con i loro mechs.

 

Si dia inizio allo scontro!

Hawken si presenta come uno sparatutto in prima persona, in cui il giocatore si troverà a guidare un mech. Sono molte le cose da prendere in considerazione quando si sceglie un robot, questi hanno varie statistiche come HP, armi disponibili, velocità e difesa. Questi si dividono inoltre in tre categorie che possiamo dividere in leggeri, medi e pesanti. I primi sono veloci e hanno armi potenti, ma hanno pochi punti salute e una difesa bassa, i secondi invece sono equilibrati, mentre i terzi hanno armi potenti, hp e difesa alti, ma una mobilità che lascia a desiderare. Ovviamente la scelta dovrà essere fatta in base al vostro stile di battaglia, ci sono anche armi a lungo e corto raggio, ma la strategia sarà un elemento essenziale per vincere, soprattutto il restare uniti con i propri compagni di battaglia, almeno nelle modalità in team. Ma non è tutto, oltre le armi ci sono vari oggetti, chiamati Internals, alcuni di questi possono essere usati durante il combattimento, sia per danneggiare che per difendere, mentre altri doneranno al mech dei bonus passivi, come aumento di velocità ecc. Questi però a volte avranno anche degli effetti negativi. Sia le armi che gli oggetti verranno sbloccati aumentando di livello. Ma quando succede ciò, otterrete anche dei punti da distribuire fra tre grafici: Attacco, Difesa e Velocità. In questi sono presenti varie abilità passive, e più aumenterete un tipo di skill tree, più abilità potrete apprendere di quel ramo. Inoltre ogni Mech avrà un’abilità da usare in battaglia, il mech pesante ad esempio può trasformarsi in un unità ancora più lenta, ma che possiede attacco e difesa impressionanti. Aumentando di livello, a volte, anche le abilità e le armi faranno ciò, migliorando alcune caratteristiche. Ci sono poi quattro modalità di gioco, il Deathmatch classico, ovvero tutti contro tutti, quello a squadre, la modalità Base Missilistica, dove i giocatori dovranno acquisire il controllo di alcune basi, lquest’ultime lanceranno dei missili verso quella avversaria, e se gli hp di quella degli avversari arriverà a zero, avrete vinto. L’ultima è la modalità Siege, funziona come la modalità Base Missilistica, ma sarà presente una nave. Per far partire quest’ultima, dovrete  ottenere dell’energia durante la battaglia. Quando avrete abbastanza energia, la navicella partirà e e causerà dei danni anche gli avversari. Le ultime due modalità si basano più su una strategia, che sul distruggere i nemici. Durante le battaglie, oltre alla barra degli hp, sarà presente la barra del surriscaldamento delle armi. Questa è una barra molto importante, visto che l’uso di ogni arma aumenta questa barra che, una volta arrivata al massimo, non vi consentirà più di sparare per un lasso di tempo (limitato).

Potrete comunque continuare ad eseguire altre azioni, come correre, schivare e curarvi. Si, durante la lotta potrete curarvi, ma questo non vuol dire che siarete invincibili, perché rimarrete molto vulnerabili, visto che anche interrompendo questa azione, ci vorrà un po’ per far riprendere il vostro mech. I punti Hawken saranno necessari per acquistare mech ed oggetti, i punti Meteor invece sono quelli acquistabili con soldi reali. Sarete felici di sapere che coloro che acquistano questi punti non hanno troppi vantaggi rispetto ai giocatori free, infatti l’unica esclusiva che è possibile acquistare con i punti Meteor sono oggetti puramente estetici, come nuovi pezzi o colorazioni differenti. Ovviamente con questi punti potrete acquistare prima mech e oggetti, ma nulla che i punti Hawken non possano acquistare. Per poter schivare, aumentare la velocità o volare con il proprio mech durante la battaglia dovrete utilizzare il fuel, ovvero il carburante. Questa è una barra a cui dovrete stare molto attenti, visto che è necessaria per poter schivare gli attacchi nemici, oppure scappare in caso di necessità. Per ora pare non essere presente la possibilità di creare dei clan o gilde, ma sicuramente con i prossimi aggiornamenti questa opzione verrà implementata. Ovviamente potrete aggiungere in vostri amici in una lista, questo vi permetterà di inviare non solo messaggi privati, ma anche di chattare e entrare nella partita che stanno disputando, inoltre, è supportata la lingua italiana, anche se la traduzione è davvero mediocre. In futuro sarà presentata la funzione chiamata “Overflow XP” che permetterà di “passare” punti esperienza da un mech che ha raggiunto il livello massimo ad uno che si trova in un livello inferiore.

 

 Ottimo show!

La grafica di questo MMO non è affatto male, anzi, si mostra in ottima forma, l’unica pecca è la mancanza di mappe, ma questo è giustificato dal fatto che il gioco è uscito da poco. Sia i dettagli delle mappe che dei mech sono ottimamente rappresentati.

 

Suoni reali

Le musiche presenti nel gioco non sono molte, sarà presente solo una nel garage, luogo dove potrete modificare il vostro mech e nella sala d’attesa prima di una partita. Durante il combattimento, invece, non sarà presente alcuna canzone, ma non mancheranno tutti i suonii causati dalle varie azioni, come pistole, cadute, esplosioni ecc. Forse in futuro verranno implementate delle melodie di sottofondo durante la battaglia, ma ciò non è stato ancora confermato.

 

Battaglia infinita

Ovviamente la longevità del titolo è infinita, trattandosi di un MMO, ma se siete amanti dei mech o di sparatutto, di sicuro non vi annoierete presto dell’esperienza offerta da Hawken. Anche se sono presenti poche modalità e mappe, sono cose che con futuri aggiornamenti si potranno aumentare e migliorare. Inoltre i tipi di giochi offerti sono in grado di soddisfare chiunque, se volete un gioco più strategico, ci sono le modalità Siege e Base Missilistica, mentre se volete dimostrare la vostra capacità nello sconfiggere gli avversari, sono presenti le modalità Deathmatch (anche qui ovviamente è necessaria una certa strategia).

I pro

  • Grafica ben realizzata
  • Modalità di gioco ben strutturate
  • Grande possibilità di personalizzazione

 

 

I Contro

  • Ancora poche mappe
  • Sonoro ancora non all’altezza
  • Pochi mech da acquistare

Voto Globale 7.5

Hawken è un titolo che ha attirato l’interesse di molti giocatori, sia per la presenza di mech, che per la componente sparatutto e anche un po’ RPG del gioco. La presenza di abilità, armi ed oggetti garantiscono la possibilità di poter creare uno stile di battaglia personalizzato, riuscendo a sopravvivere in molte situazioni. Anche se il prodotto non è ancora al top, il lavoro degli sviluppatori è sicuramente molto buono, e grazie al supporto che i giocatori stanno dando a questo titolo, di sicuro in futuro ne vedremo delle belle.

News
  • Assassin’s Creed: dove sarà ambientato il prossimo capitolo? Ecco i primi rumors!
  • Tutte le informazioni da sapere sull’Italian Video Game Awards!
  • COD WW2: i responsabili del gioco lasciano Sledgehammer Games!
  • Metal Gear Survive: Konami ha pubblicato il trailer di lancio
  • I ragazzi di Deck13 sono tornati a parlare di The Surge 2
Seguici su Facebook