Recensione

Guns, Gore & Cannoli – Recensione, Zombie, Mafia e Pizza

Con il solo potere curativo dei cannoli, il mafioso italo/americano protagonista dovrà eliminare le orde di zombie!

Un po’ Metal Slug, ma con la pizza. Guns, Gore & Cannoli è il nuovo progetto di Crazy Monkey Studios, un divertente sparatutto ambientato negli anni venti che vede dei mafiosi alle prese con gli immancabili zombie. Nonostante queste creature siano ormai onnipresenti, la compagnia ha avuto il buon gusto di creare diverse tipologie di nemici, alcuni molto particolari e divertenti, che metteranno alla prova il giocatore. Riuscirete a sopravvivere a questo inferno e completare la vostra missione?

Alla ricerca!

La trama del gioco vede il protagonista, Vinnie Cannoli, lavorare come sicario per una famiglia mafiosa. Nella sua carriera ha completato diversi incarichi, ma il futuro non si prospetta molto roseo per quest’uomo, che sta per mettere piede nella città di Thugtown. Il suo scopo è quello di trovare un informatore di cui non si sa più nulla da diversi giorni, questo ordine viene proprio dal capo, Don Belluccio, quindi è un’offerta che non può rifiutare.

Guns Gore Cannoli PC Steam recensione

Non mette nemmeno piede a terra che la nave appena sbarcata al porto della città viene subito assalita da degli zombie. Anche se le notizie riportavano di strani omicidi e di rivolte dove tutti perdevano la testa, nessuno ha mai pensato che si trattasse di zombie. E così ha inizio l’avventura di Cannoli, costretto a farsi strada tra una moltitudine di morti viventi per portare a termine la sua missione e scoprire cosa sia successo a Thugtown.

Tanti zombie, tante armi

Il titolo si presenta come un classico platform sparatutto a scorrimento orizzontale simile a Metal Slug. Il protagonista deve non solo sconfiggere le orde di zombie che gli si parano davanti, ma anche saltare alcuni ostacoli per raggiungere la prossima meta. Alcuni di questi possono essere utilizzati per proteggersi dai nemici, mentre altri per danneggiarli.

L’arsenale a nostra disposizione è molto ampio ed adatto per ogni situazione, ci sono pistole che sparano colpi a ripetizione ed addirittura un lanciafiamme. Come potete immaginare però, i colpi non sono infiniti, quindi il giocatore deve gestire bene i colpi rimasti se vuole sopravvivere, soprattutto quando deve scontrarsi con un gran numero di nemici o vedersela con quelli più forti. 

Il lanciafiamme entra in azione!Alcuni elementi del livello però, come ad esempio le fiamme, danneggiano il protagonista, quindi bisogna sempre rimanere attenti, anche perché i nemici non appaiono solo davanti a noi, ma spesso arrivano anche alle nostre spalle. Il tutto aumenta la difficoltà, non basta quindi allontanarsi per ricaricare a tornare all’attacco, perché è possibile che ci siano altri nemici.

Non dovete avere paura, perché non mancano i checkpoint (non potete salvare quando volete) ed i cannoli, grazie a questi recupererete la vostra energia e sarete pronti a combattere. Oltre agli zombie ci sono anche altri nemici, come dei mafiosi rivali e ratti non morti che infestano le fogne. Un’ottima varietà utile a diversificare il gameplay, ognuno di questi dovrà essere sconfitto in base ai suoi punti deboli, scegliendo quindi l’arma più adatta.

Zombie disegnati a mano!

La grafica di Guns, Gore & Cannoli è completamente disegnata a mano, nonostante non utilizzi chissà quale tecnologia, è resa davvero molto bene. Anche le cutscene fanno la loro figura, con un doppiaggio inglese che ovviamente si rifà ai cliché dei mafiosi italo/americani anni ’20 (con l’immancabile “capiche?”). Se il comparto grafico è di buona fattura, lo stesso non si può dire di quello audio. Certo, le musiche riprendono lo stile di quegli anni, il problema è che sono abbastanza ripetitive, probabilmente sono state registrate poche tracce, trattandosi di un gioco prodotto con un budget limitato.

Questo influenza anche la longevità, che non è molto alta, anche se il divertimento e la possibilità di poter giocare insieme agli amici (per un massimo di quattro giocatori su schermo) fa in modo che il titolo possa essere rigiocato più volte per passare qualche ora di divertimento con altre persone. 

Un giro nelle fogne della città!

La difficoltà invece è ben strutturata, come abbiamo detto in precedenza ci sono molti zombie e nemici tutti diversi, anche le loro abilità cambiano, portando il giocatore ad adattarsi e a cercare la strategia migliore per sconfiggerli. Inoltre, se non state attenti a dove mettete i piedi potreste trovarvi in una situazione di svantaggio, visto che alcuni oggetti possono esplodere e causare danno sia ai nemici che al protagonista.

I pro

  • Buon livello di sfida
  • Lo stile grafico rende bene

I Contro

  • Sonoro ripetitivo
  • Longevità bassa

Voto Globale 6.5

Il prodotto di Crazy Monkey Studios riesce a sorprendere per alcuni aspetti, anche se zoppica su altri. Il gioco è sicuramente divertente ed offre qualche ora di svago, ma la longevità potrebbe frenare l’interesse di alcuni che non vogliono pagare dieci euro per un titolo che dura si e no cinque ore. Nonostante questo, il titolo offre una buona sfida a livello di difficoltà, quindi anche i giocatori più esperti possono mettersi alla prova, sia giocando da soli che con i propri amici. Sul lato artistico non c’è nulla da dire, graficamente parlando, mentre ci si poteva impegnare un po’ di più sul sonoro.

News
  • Assassin’s Creed: dove sarà ambientato il prossimo capitolo? Ecco i primi rumors!
  • Tutte le informazioni da sapere sull’Italian Video Game Awards!
  • COD WW2: i responsabili del gioco lasciano Sledgehammer Games!
  • Metal Gear Survive: Konami ha pubblicato il trailer di lancio
  • I ragazzi di Deck13 sono tornati a parlare di The Surge 2
Seguici su Facebook