kingdomgame.it
Recensione

Gravity Rush: Recensione e analisi

Una realtà particolare fatta di colori, vicende e personaggi davvero stravaganti. Un mondo al di fuori di ogni più accurata logica. Tutto questo lo troviamo in Gravity Rush, titolo esclusivo per Ps Vita. I ragazzi di Japan studio con questa nuova IP hanno dato uno strappo netto a qualsiasi cosa che può essere considerata realistica, creando un universo alternativo, dove vengono stravolte completamente le leggi della gravità e della fisica. Riuscirà Gravity Rush a catturare l’attenzione dei videogiocatori, immergendoli in questo fantastico e particolarissimo concept? Scopriamolo insieme!

Chi sono? Da dove vengo?

La trama di Gravity Rush parte senza un filo logico. Kat, protagonista della storia, si risveglia e si trova in mondo che non le appartiene. La nostra fantomatica eroina non si ricorda nulla e invano cerca di scovare delle risposte a queste domande. Domande che a lungo andare finiranno nel dimenticatoio, infittendo ancor di più il mistero che ruota attorno alla donna gatto. Il tempo di dare un’occhiata in giro per ambientarci che Kat per pura casualità, scopre di possedere dei poteri sovrannaturali, in grado di permetterle di mutare le leggi della gravità. Il tutto grazie a Dusty! Ah sì dimenticavo. Dusty è un gatto tutt’altro che comune. Esso riesce a trasferire il dono della gravità a Kat senza una apparente ragione. Quando si dice “ c’è lo zampino del destino..” Dunque, il piccolo felino ci seguirà pari passo per l’intera avventura. Un’avventura in cui dovremo affrontare i Nemi, particolari creature di più tipi differenziati, che metteranno a dura prova le capacità di Kat. In questo mondo che genera curiosità e che nasconde al proprio interno un senso di inquietudine misteriosa. Edifici, parchi, e qualsivoglia struttura fluttuano nell’aria senza che vi siano oggetti che li sorreggano e sostengano. Al di sotto delle città non rimane nulla, il vortice della tempesta non ha lasciato scampo a cose e persone che ne sono rimaste coinvolte accidentalmente.

Voglio aiutare le persone!

Il titolo è in terza persona e possiamo considerarlo una sorta di free roaming misto ad un open world condito da elementi RPG. I due analogici di Ps Vita, ci permettono rispettivamente di muovere Kat e aggiustare la visuale della telecamera. Fin qui niente di nuovo, poi cliccando sul dorsale destro, ci si accorge immediatamente che Gravity Rush ha in serbo un gameplay inedito, strabiliante, ma soprattutto DIVERTENTE.

La cosa più importante e necessaria che vogliamo trovare all’interno di un gioco è proprio questa. Puro e sano divertimento. Inizialmente, gestire la gravità richiederà un pizzico di allenamento poi con il passare delle ore tutto diventerà più semplice ed immediato. Eseguire attacchi a mezz’aria e capovolti a testa giù è maledettamente sfizioso, anche se a tratti potremo perdere la percezione del senso di orientamento. Parlando in maniera specifica del gameplay, siamo rimasti piacevolmente sorpresi dalla formula adottata dal team di sviluppo, che è riuscito ad amalgamare schemi di gioco già visti in altre produzioni a sequenze innovative, che senza ombra di dubbio aiutano Ps Vita a mostrare ampiamente le caratteristiche di cui è dotata. Quasi tutti i comandi della portatile sono stati utilizzati, tranne il trackpad posteriore che, invece, è stato accantonato. I ragazzi di Japan Studio sono riusciti in questo modo a realizzare un gameplay per certi versi innovativo che risulta essere preciso, salvo poi qualche sbavatura. Stesso discorso per la grafica realizzata in cell shading, che regala sequenze grandiose farcite da colori vivi e intensi che non stonano. Tuttavia, anche qui vi sono delle piccole imprecisioni che potevano essere facilmente corrette e che ad un attento osservatore potrebbero far storcere il naso. Nel titolo sono presenti numerose missioni secondarie, che possono essere sbloccate in cambio di alcune gemme viole. Grazie alla ricerca di queste ultime, il gioco risulta essere ancora più longevo e inoltre permette al gamer di potenziare le abilità di Kat fino a raggiungere l’apice massimo delle sue capacità. Proprio questo aspetto rende Gravity Rush, un titolo con elementi RPG. I capitoli della storia saranno raccontati con delle sequenze a fumetto stile MANGA. Le scene sono state realizzate in maniera magistrale.

I pro

  • Trama curiosa
  • Divertente
  • Assasi longevo 8anche grazie alla presenza dei DLC)

I Contro

  • Imprecisioni che potevano essere evitate
  • Alla lunga potrebbe annoiare

Voto Globale 9

Gravity Rush rappresenta in campo videoludico, un esperimento più che riuscito. Il titolo Sony porta un bel po' di aria fresca nel mondo di videogiochi, grazie a delle peculiarità e caratteristiche non presenti in altri giochi. Se possedete una Ps Vita, non esitate. Acquistatelo! Non ne rimarrete delusi.

News
Seguici su Facebook