Recensione

Dragon Ball Z Ultimate Tenkaichi: Recensione e analisi

Dragon Ball è uno dei manga/anime più famosi al mondo, e la sua conversione videoludica ha avuto inizio da lontano, anche sul Super Nintendo sono presenti non pochi titoli dedicati a questa ormai pietra miliare del mondo dei fumetti. L’ultimo videogioco disponibile, Dragon Ball Z Ultimate Tenkaichi, ripropone l’avventura degli eroi del manga, mostrando dei cambiamenti sostanziali dal solito gameplay a cui eravamo abituati, ma andiamo con ordine, analizzando tutti i punti.

Trama

Come si può intuire, la trama del gioco segue le vicende della serie Z di Dragon Ball, fino ad arrivare allo scontro tra Gogeta quarto livello contro omega shenron, peccato però che rispetto ad alcuni titoli passati, non siano presenti tutte le avventure dedicate ai vari film, ma solo un paio. Diversamente dal passato, sarà inoltre presente una sorta di “Storia alternativa” dove dovrete salvare il mondo con un personaggio creato da voi, sempre sayan, inoltre la ricerca delle sette sfere sarà presente anche in questa nuova trama. Nonostante questa avventura sia diversa da quella principale, saranno comunque presenti i vari personaggi di Dragon Ball.

Gameplay

Anche questa volta ci troveremo di fronte ad un titolo picchiaduro, ma le meccaniche del gioco saranno molto diverse dal solito, anche se alcune cose restano invariate, ad esempio con il tasto cerchio potrete difendervi, ma se in passato dovevate premerlo a tempo se volevate schivare delle sfere di energia, ora basterà tenerlo premuto ed il vostro personaggio le devierà tutte automaticamente, inoltre con il tasto croce come sempre si sarà in grado di aumentare la propria velocità per schivare degli attacchi o avvicinarsi agli avversari. Inoltre quando si è in volo, basterà premere i tasti L1 e R1 per poter discendere a terra o continuare a salire. Però se in passato bastava premere un tasto per dare inizio ad una combinazione, questa volta le cose saranno diverse, perché premendo tre volte quadrato, e colpendo il nemico, dopo poco lo schermo si bloccherà e prenderete parte ad una specie di gioco “sasso,carta,forbici”, i due giocatori dovranno premere o quadrato o triangolo, se ambo i contendenti faranno la stessa scelta, il giocatore che sta subendo l’attacco, metterà fine alle sue sofferenze, ma se sfortunatamente l’attaccante dovesse fare una scelta diversa rispetto a quella del difensore, allora quest’ultimo subirà la catena di attacchi. Ma non disperate, perché durante la combo, potrete “riprendervi”, ovvero teletrasportarvi dietro all’attaccante e colpirlo, in modo tale da concludere la combinazione. Ovviamente una volta alle spalle dell’avversario non potrete abbassare la guardia, perché sullo schermo del vostro nemico apparirà un tasto da premere a tempo (di solito o quadrato o triangolo), se riuscirà nel suo intento, il suddetto si ritroverà alle vostre spalle, a questo punto apparirà a voi un tasto da premere a tempo, questo andrà avanti fino a che uno dei due non sbaglierà.

Esistono due tipi di catene che hanno due scopi diversi, con la catena iniziata con il tasto quadrato, diminuirete l’aura dell’avversario, necessaria per poter schivare le vostre tecniche, potersi riprendere più facilmente mentre subisce la combo, trasformarsi ,cambiare personaggio durante un combattimento o utilizzare il potenziatore di colpi, modalità attivabile solo quando l’indicatore dell’aura è piena e premendo il tasto sopra, in questo stato il personaggio sarà più forte del normale, resistendo meglio agli attacchi e aumentando la vostra potenza d’attacco. La combinazione con triangolo invece servirà per riempire il vostro indicatore dello spirito, questo sarà necessario per utilizzare le tecniche dei vari personaggi. La libertà di movimento, che era presente nei vecchi titoli, viene a mancare in questa nuova versione, se siete vicini al vostro avversario sarà presente la vecchia visuale classica dei picchiaduro a scorrimento orizzontale, per allontanarvi però ci sono due modi, portare a termine una catena con il pulsante triangolo, oppure premere due volte il tasto croce per dare inizio ad un altro quick time event dove dovrete scegliere se spostare la levetta sinistra verso sinistra o destra, ovviamente come durante le catene, se il vostro avversario indovina, verrete danneggiati, però vi ritroverete comunque in lontananza, offrendo una visuale in tre dimensioni, se viceversa le scelte saranno differenti, l’avversario riceverà del danno e voi vi ritroverete lontani da lui. Come si può notare, il gameplay della battaglia è pesantemente basato sui quick time event, anche durante le battaglie contro boss giganti la situazione è simile, anzi, la maggior parte delle azioni saranno portate a termine proprio grazie a vari minigiochi.

Anche la libertà dell’utilizzo delle tecniche viene minato, se in passato potevate utilizzare le vostre tecniche a qualsiasi distanza, in questo nuovo capitolo ogni tecnica ha un suo raggio d’azione, se utilizzate una tecnica a distanza ma vi trovate vicino al vostro avversario, si darà inizio al minigioco per allontanarvi, la stessa cosa avverrà se vi trovate lontano dal vostro avversario e utilizzerete una tecnica che potete utilizzare solo in sua vicinanza. Inoltre le mosse finali, o supreme, possono essere utilizzate solo se uno dei due giocatori avrà poca salute, a questo punto il vostro indicatore di spirito potrà aumentare più del dovuto, quando arriverà al massimo potrete utilizzare la vostra tecnica più forte. I quick time event saranno i protagonisti anche di un altro tipo di battaglia, che appare poche volte durante l’avventura, ovvero gli inseguimenti aerei, durante questi voi potreste essere sia gli inseguiti che gli inseguitori. Nel primo caso dovrete fuggire, e potete riuscirci proprio grazie ai vari minigiochi che appariranno durante lo scontro, nel secondo caso invece dovrete avvicinarvi all’avversario. Ma le sorprese di Dragon Ball Z Ultimate Tenkaichi non finiscono qui, perché per la prima volta i giocatori saranno in grado di poter creare il proprio personaggio personalizzato, che sarà il protagonista della storia offerta dalla nuova “Modalità Eroe”. In questa non solo utilizzeremo questo nuovo eroe, ma saremo in grado di scegliere tre tipi di “tipologie”, ovvero standard, leggero e pesante, ogni tipologia offre una gamma diversa di abilità, tecniche e addestratori, inoltre anche le statistiche iniziali. Una volta creato il vostro personaggio, potrete combattere per aumentare i gradi delle vostre statistiche, per diventare più forte e riuscire a sconfiggere più facilmente i vari avversari, ma un’importanza molto rilevante è data anche agli addestratori. Questi sono personaggi della saga principale che, una volta selezionati nella schermata “addestramento”, aumenteranno passivamente delle statistiche, ma non è tutto, perché ogni maestro ha una percentuale di apprendimento che aumenta ogni volta che riuscirete a sconfiggerlo in duello. Ogni duello può donarvi varie abilità, da quelle che aumentano le statistiche ai tipi di aure, oppure tecniche speciali o finali, che potrete equipaggiare e cambiare senza restrizioni di nessun tipo, inoltre a volte potrete ottenere anche le tipologie di movimento di vari personaggi del gioco.

I gradi delle statistiche invece aumentano ogni volta che vincerete un’incontro sulla mappa del mondo, gli scontri svolti durante la storia e il torneo mondiale però aumenteranno più velocemente le vostre statistiche. Nella mappa dell’avventura della modalità eroe, potrete a volte trovare anche nuovi costumi, acconciature o simboli per il vostro personaggio, che potrete modificare tranquillamente nella “capsule house”. Anche in questo nuovo capitolo saranno presenti le sette sfere del drago, una volta ottenute tutte e sette, potrete andare nella “capsule house” ed esaudire un desiderio, di solito potrete ottenere nuovi paesaggi o tipi di vestiti. Per quanto riguarda la componente online, ci sono due tipi di sfide, quelle dove si possono guadagnare o perdere punti, e quelle dove non sono presenti punteggi di nessun tipo, sono inoltre presenti due tipi di classifiche, una dove sono presenti i giocatori con il punteggio più alto e un’altra dove sono presenti i giocatori con più vittorie. Come sempre potrete entrare in una partita veloce oppure crearne una, in modo tale da poter modificare le varie regole e altre caratteristiche, infine, durante il combattimento non ci sono sorti problemi, bug o glitch di nessungenere, tutto funziona liscio come in un combattimento offline. A causa della mancanza durante la storia principale di alcune trame prese dai film, il cast di personaggi non sarà variegato come alcuni titoli passati purtroppo, mancheranno ad esempio i personaggi giganti come le scimmie o simili, che saranno presenti solo come boss durante le avventure, ma anche alcuni personaggi come Trunks bambino o Goku super sayan di quarto livello non compariranno, nonostante sia presente sia Gotrunks, ma solo terzo livello e Gogeta quarto livello.

Grafica

La grafica del titolo è davvero buona, non solo gli ambienti e i personaggi si presentano senza errori, ma questi ultimi non sono modelli in 3D come in alcuni titoli passati, ma sono presentati in un cell-shading molto ben realizzato. In alcune parti però, soprattutto quando ci si trova davanti un boss gigante come gli scimmioni, questi sono invece mostrati più in 3D, ma la qualità rimane davvero ottima.

Sonoro

Sono presenti, come colonne sonore, musiche originali dell’anime, come la sigla di apertura giapponese, come sempre potrete inoltre cambiare il doppiaggio potendo scegliere da inglese a giapponese. Anche durante la creazione del personaggio potrete determinarne il tipo di voce, inoltre potrete cambiare la musica dei personaggi nel menù principale scegliendo “personalizza”.

Longevità

Grazie alla presenza di due modalità, storia principale e eroe, la longevità è davvero buona, inoltre se si vuole potenziare al massimo il proprio eroe personalizzato e si vuole padroneggiare tutti i maestri disponibili per ottenere tutte le tecniche ad abilità, le ore di gioco aumentano e non di poco. Nonostante trovare le sfere del drago sia facile, potete scegliere più di un oggetto da ottenere, quindi se volete tutto, dovrete ottenerle più di una volta sola. La difficoltà del gioco è crescente nella modalità eroe, inizialmente gli scontri saranno facili, ma più proseguirete più i nemici vi daranno filo da torcere, la stessa cosa non si può dire della modalità della storia principale, che si presenta più facile.

I pro

  • Gameplay radicalmente cambiato per offrire nuove esperienze di gioco, come la modalità eroe
  • Ottima Longevità
  • Grafica davvero ben curata

I Contro

  • Gameplay basato sulla fortuna, le combo verranno interrotte da quick time event basati sul principio del “sasso, carta, forbici”
  • Cast di personaggi non variegato come in passato
  • Modalità storia troppo semplice

Voto Globale 7.5

Dragon Ball Z Ultimate Tenkaichi si presenta in modo abbastanza diverso da alcuni suoi predecessori, incentrandosi molto pesantemente sui quick time event, nonostante il gioco si incentri molto pesantemente più sulle combo fisiche che degli attacchi speciali, bisogna dire che questa presenza dei minigiochi del tipo “sasso,carta,forbici” fa in modo che una parte del combattimento sia basata sulla fortuna. La possibilità di poter creare un proprio personaggio però è davvero una bella e nuova idea. Peccato per il cast di personaggi che non è variegato come altri titoli dedicati al mondo di Dragon Ball, questo è dovuto sia per il fatto che i personaggi giganti come gli scimmioni sono presenti solo come boss nell’avventura, sia perché alcuni personaggi non sono presenti.

News
  • Assassin’s Creed: dove sarà ambientato il prossimo capitolo? Ecco i primi rumors!
  • Tutte le informazioni da sapere sull’Italian Video Game Awards!
  • COD WW2: i responsabili del gioco lasciano Sledgehammer Games!
  • Metal Gear Survive: Konami ha pubblicato il trailer di lancio
  • I ragazzi di Deck13 sono tornati a parlare di The Surge 2
Seguici su Facebook