Recensione

Assassin's Creed Origins - Recensione, i misteri della setta degli antichi

Assassin's Creed Origins espande i confini videoludici della serie Ubisoft, portandoci fino alle terre desertiche dell'antico Egitto di Cleopatra!

Assassin’s Creed Origins è il capitolo che rappresenta la rinascita – in tutto e per tutto – della famosissima serie Ubisoft. Assistiamo, infatti, a una vera e propria rivoluzione del franchise, che diventa a tutti gli effetti un Open World GDR con elementi action e stealth a tutto tondo.

Il colosso francese si è occupato di svecchiare una formula, diventata nel corso degli anni obsoleta e poco accattivante agli occhi di tutti i giocatori. Quest’oggi siamo finalmente pronti per dirvi cosa ne pensiamo di Assassin’s Creed Origins, disponibile per PC, PS4 e Xbox One.

La nostra recensione di Assassin’s Creed Origins

INDICE

Una trama basata sullo spirito di vendetta

Assassin’s Creed Origins è un vero e proprio prequel della saga, che precede la formazione della confraternita degli assassini. Vestirai i panni di Bayek, il medjay di Siwa, il cui compito sarà quello di proteggere tutti gli abitanti dell’Egitto dalle ingiustizie.

Presto, però, la vita di Bayek verrà stravolta da un terribile lutto familiare, causato da una potente organizzazione conosciuta come l’ordine degli antichi, gruppo che cospirò segretamente prima della creazione dei templari.

I membri degli antichi intendono prendere le più importanti decisioni riguardanti la società, senza svelare la loro identità; essi, infatti, nascondono il proprio volto dietro delle rigide, quanto inquietanti, maschere.

Prendi i panni di Bayek per vivere un'entusiasmante avventura nell'Antico Egitto.

Bayek è il protagonista di Assassin’s Creed Origins.

Le vicende della storia di Assassin’s Creed Origins vengono narrate nel 55 A.C, anni di accesi scontri e dispute tra l’imperatore Tolomeo e sua sorella Cleopatra. Si tratta di un periodo storico davvero affascinante, ambientato in una terra ricca di curiosità, misteri e verità da riportare alla luce.

Un gameplay per tutti i gusti

Ci troviamo davanti all’episodio di Assassin’s Creed più completo di tutti i tempi. Il sistema di combattimento ricorda, per certi versi, quello di For Honor e quello di Dark Souls.

Gli avversari non ti attaccheranno più uno alla volta come avveniva in passato, ma in gruppo! Non sarà più sufficiente premere i pulsanti a ripetizione, ma bisognerà mettere in atto una strategia per uscire illesi dagli scontri.

Assassin’s Creed Origins presenta, in aggiunta, una forte componente da gioco di ruolo, che prevede tre diverse classi:

  1. Cacciatore – dovrai affinare la tua abilità con l’arco e con le armi dalla lunga distanza;
  2. Guerriero – la lama sarà uno dei tuoi migliori alleati, così come la forza bruta;
  3. Veggente – adatta se preferisci agire in maniera stealth.

Scegli il tuo stile di gioco

Assassin’s Creed Origins permetterà ai giocatori di decidere quale tipo di approccio utilizzare (stealth o action), in base alle competenze acquisite con l’utilizzo dei punti abilità conquistati. Questi ultimi, infatti, potranno essere ottenuti a ogni progressione di livello, solo dopo aver accumulato un numero preciso di punti esperienza.

Puoi acquistare Assassin’s Creed Origins su Amazon!

Il sistema di combattimento di Assassin's Creed Origins.

Potenzia le abilità del tuo personaggio in Assassin’s Creed Origins!

A differenza dei capitoli precedenti, non potrai giocare esclusivamente alle quest principali legate alla trama, ma dovrai portare a termine anche quelle secondarie e altri incarichi per acquisire esperienza e progredire così di livello. La progressione In Assassin’s Creed Origins è un elemento fondamentale per proseguire.

Un’altra cosa di grande importanza è la scelta delle armi da combattimento più adatte al proprio stile di gioco.

Armi a distanza e armi da mischia

Bayek potrà fare uso di diversi tipi di archi per colpire i nemici dalla distanza, mentre per quanto riguarda il combattimento nudo e crudo potrà servirsi delle spade, asce, mazze, spettri e delle doppie lame. E’ stato, inoltre, inserito il concetto di rarità. Le armi saranno uguali per tipologia, ma non per efficacia:

  • Blu, arma di tipo comune con un solo attributo;
  • Viola, arma considerata rara con due attributi;
  • Oro, arma cosiddetta leggendaria caratterizzata da un valore inestimabile e con più attributi.

In Assassin’s Creed Origins potrai contare sul supporto di un’aquila di nome Senu, che potrà essere utilizzata per segnalare i nemici presenti in una determinata zona e affrontare così una missione con un pizzico di strategia in più.

Purtroppo non abbiamo notato dei miglioramenti significativi per ciò che riguarda l’intelligenza artificiale dei nemici. In alcuni frangenti si è dimostrata assolutamente efficiente, meno in altre situazioni è stato fin troppo facile prendersene gioco.

Assassin’s Creed Origins ha una grafica davvero bella da vedere

Dal punto di vista grafico, Assassin’s Creed Origins fa una degna figura, grazie ad un livello di dettaglio di grande impatto. La realizzazione delle diverse location è davvero ottimale.

Nessun luogo sarà uguale all’altro, dando al giocatore quella varietà a livello visivo di cui ha un disperato bisogno. Specialmente quando si tratta di videogiochi ambientati in un mondo davvero enorme.

Svela i misteri e trova i tesori dell'antico Egitto.

Esplora in lungo e in largo l’antico Egitto di Assassin’s Creed Origins!

La magia si perde però con le scene di intermezzo per via di alcuni personaggi realizzati in maniera approssimativa, all’infuori del protagonista e dei characters comprimari. Bayek e Aya sono ben caratterizzati e si compensano l’un l’altro anche a livello caratteriale. La stessa cosa non si può dire, purtroppo, per la maggior parte dei personaggi che incontrerai durante l’avventura, all’infuori di qualche boss davvero ispirato.

Nonostante gli aspetti sottotono appena descritti, possiamo ritenerci soddisfatti del risultato generale ottenuto. Se ti senti convinto di acquistare Assassin’s Creed Origins, sappi che puoi farlo su Amazon oppure su Gamestop a un ottimo prezzo.

Un sonoro vivo e una durata variabile

Ubisoft si è da sempre contraddistinta per la cura e la dedizione riposta nel sonoro dei propri videogiochi. Assassin’s Creed Origins, essendo un tripla A molto importante nei piani del colosso francese, non poteva essere da meno.

Durante le tua avventura nell’antico Egitto, verrai accompagnato da delle musiche di sottofondo davvero evocative che si sposeranno al meglio, rispetto al contesto e alla situazione. Il doppiaggio originale rimane quello più indicato, anche se non ci è dispiaciuto affatto quello in lingua italiana.

Per la durata del gioco, invece, c’è da fare un ragionamento differente. Trattandosi già di per sé di un Open World, è difficile stimare una longevità tipo. A questo bisogna aggiungere la possibilità data dal gioco di scegliere quale difficoltà impostare inizialmente tra facile, normale e difficile. Non si possono, quindi, stabilire le ore di gioco precise per portare a termine l’avventura, completamente in single player. Questo episodio, infatti, non presenta alcuna modalità multiplayer da giocare assieme ai propri amici.

In ogni caso, sappi una cosa; passerai moltissimo tempo a girovagare l’antico Egitto strozzato dal temibile ordine degli antichi. Sei pronto a reclamare la tua vendetta nei panni di Bayek? Questo puoi saperlo soltanto tu!

I pro

  • Una storia interessante e piena di misteri
  • Un gameplay davvero variegato!
  • La grafica è davvero bella da vedere
  • Il sonoro è di ottimo livello
 

I Contro

  • Alcuni personaggi della storia non sono ben caratterizzati
  • L'aggiunta della componente GDR potrebbe non piacere a tutti
  • L'intelligenza artificiale nemica è il punto debole della produzione

Voto Globale 8.5

Assassin's Creed Origins rappresenta un punto di rottura con il passato della serie, rappresentato dalla trasformazione in un Open World Action GDR. Il tutto non poteva che essere elevato da un'ambientazione suggestiva e accattivante come l'antico Egitto e, ovviamente, dall'incredibile storia narrata. Peccato soltanto per la realizzazione approssimativa di alcuni personaggi chiave e per via di un'intelligenza artificiale che non risponde sempre come dovrebbe. Infine un sonoro di altissimo spettro e una longevità non indifferente, chiudono il cerchio di un'opera realizzata sapientemente, al netto dei pregi e dei difetti descritti in questa recensione.
News
  • Assassin’s Creed: dove sarà ambientato il prossimo capitolo? Ecco i primi rumors!
  • Tutte le informazioni da sapere sull’Italian Video Game Awards!
  • COD WW2: i responsabili del gioco lasciano Sledgehammer Games!
  • Metal Gear Survive: Konami ha pubblicato il trailer di lancio
  • I ragazzi di Deck13 sono tornati a parlare di The Surge 2
Seguici su Facebook