News

Meno DLC nel futuro di Ubisoft?

Arrivano importanti dichiarazioni sulle politiche Ubisoft legate a DLC e contenuti aggiuntivi

Buona parte della recente cattiva nomea sofferta da Ubisoft, uno delle compagnie più importanti nel settore videoludico è attribuibile alle politiche messe in atto per quanto riguarda DLC e Season Pass. Con il malcontento sempre più in aumento da parte dei videogiocatori verso soluzioni di tal genere sembra però che ai piani alti dell’azienda più di qualche domanda sia stata posta. Anne Blondel-Jouin, una delle più importanti manager di Ubisoft ha offerto in una recente intervista con GamesIndustry qualche dettaglio in più sui processi in atto, instillando qualche speranza nei cuori degli utenti. 

Ha infatti dichiarato che stanno cambiando le politiche societarie legate ad i DLC, che abbandoneranno presto il solo scopo di monetizzazione per abbracciare invece una visione più larga, con l’obiettivo di supportare e rendere appetibile un gioco anche sul lungo periodo. Nel futuro sarà quindi probabile vedere molto più spesso approcci simili a quello messo in atto con Rainbow Six Siege, in cui le opzioni di acquisto erano legate soprattutto a fattori estetici od a semplici personaggi aggiuntivi. A tal proposito verranno evitati quei modelli che scindono il contenuto base di un titolo minando la sua interezza e non permettendo a tutti i giocatori di apprezzare completamente l’esperienza globale. Che si tratti di semplici dichiarazioni di circostanza o no, sono comunque parole che fanno ben sperare in un ritorno di questo ambiente sulla retta via.

News
  • Dragon Ball FighterZ: annunciata la data d’uscita in Giappone
  • Esce oggi Elex, il nuovo GDR dei creatori di Gothic e Risen!
  • Un fantastico live action ci ricorda l’uscita di Call of Duty WW2!
  • Alle 16 di oggi giocheremo in diretta The Evil Within 2!
  • Life is Strange Before the Storm episodio 2 ha una data d’uscita!
Seguici su Facebook