News

Madigan parla della personalizzazione del personaggio

"troppa libertà fa male", lo afferma lo psicologo dei Videogames

In alcune dichiarazioni, lo psicologo Jamie Madigan, afferma che secondo alcuni suoi studi, la troppa libertà nella personalizzazione del personaggio, come ad esmepio la classe, porta a diminuire la soddisfazione e la felicità del giocatore stesso. Di seguite le parole di Madigan:

“Potrò sembrare un vecchio eccentrico, ma una volta se si desiderava provare un nuovo personaggio si doveva iniziare una nuova partita mentre ora ci sono sistemi molto più flessibili. Sebbene alcuni giocatori preferiscano tali sistemi, come quelli presenti in Diablo 3 per esempio, si può riscontrare come molti siano invece meno soddisfatti in quanto non sempre il giocatore è in grado di determinare con esattezza ciò che lo renderà felice a lungo termine e il bello dei giochi del passato era che si sceglieva un tipo di personaggio magari non ottimale, ma per cui eri comunque pronto a prenderti dei rischi per scoprire cosa era in grado di fare nel corso dell’avventura.”

Voi cosa ne pensate a riguardo?

News
  • Assassin’s Creed: dove sarà ambientato il prossimo capitolo? Ecco i primi rumors!
  • Tutte le informazioni da sapere sull’Italian Video Game Awards!
  • COD WW2: i responsabili del gioco lasciano Sledgehammer Games!
  • Metal Gear Survive: Konami ha pubblicato il trailer di lancio
  • I ragazzi di Deck13 sono tornati a parlare di The Surge 2
Seguici su Facebook