News

L’autore di A Way Out ci dice la sua sui titoli narrativi odierni

Arrivano alcune interessanti dichiarazioni da Josef Fares, sviluppatore attualmente al lavoro su A Way Out.

A Way Out tenterà di discostarsi dalle tipologie d’esperienze ludiche sviluppate da Telltale e Quantic Dream.

Nel corso della giornata odierna, Josef Fares, sviluppatore attualmente al lavoro su A Way Out, nuova IP di casa Electronic Arts che baserà la sua intera esperienza su di un’avventura cooperativa a schermo condiviso, ha parlato ai microfoni di EDGE rilasciando un’interessante intervista in riferimento ai titoli narrativi che puntano su di un forte approccio cinematografico, prendendo le esperienze ludiche Telltale e Quantic Dream come spunti di riferimento. Qui di seguito potete leggere quanto dichiarato:

“Personalmente, li ritengo titoli troppo passivi per me. Mi piacerebbe avere un maggior controllo sull’esperienza che devo vivere. Qualcuno potrebbe affermare che sono giochi dove tu controlli la storia, ma mentre lo stai facendo e hai degli effetti su di essa, è anche vero che in un certo senso invece non lo stai facendo affatto. Dopotutto, capita spesso di vedere scelte diverse che portano allo stesso risultato, no? Ecco, A Way Out punta a discostarsi il quanto più possibile da questo genere di cose. Credo che il paragone possa essere calzante dal punto di vista di una prospettiva cinematografica, ma non per il modo in cui vai a creare la tua storia”.

Ricordiamo a tutti i nostri lettori che A Way Out sarà disponibile su Playstation 4, Xbox One e PC dal 23 febbraio 2018.

News
  • Assassin’s Creed: dove sarà ambientato il prossimo capitolo? Ecco i primi rumors!
  • Tutte le informazioni da sapere sull’Italian Video Game Awards!
  • COD WW2: i responsabili del gioco lasciano Sledgehammer Games!
  • Metal Gear Survive: Konami ha pubblicato il trailer di lancio
  • I ragazzi di Deck13 sono tornati a parlare di The Surge 2
Seguici su Facebook