News

James Heller ha seppellito le cartucce di E.T.

Lo svela un ex dipendente Atari dopo il recente ritrovamento delle vociferate cartucce

Come ricorderete recentemente sono state ritrovare le famigerate cartucce del videogioco di E.T. che la leggenda narrava essere state seppellite in un deserto del New Mexico. E proprio oggi un uomo svela di aver compiuto l’atto, ovviamente il tutto ordinatogli da Atari, compagnia per cui lavorava all’epoca. L’individuo si chiama James Heller ed ha vuotato il sacco tramite un’intervista in un telegiornale locale, aggiungendo che ha scelto il luogo dove sono state ritrovate perché era quello più conveniente.

mi è stato affidato il compito di sbarazzarmi delle copie il più velocemente possibile e spendendo il meno possibile, ed è quello che ho fatto. Era il mio lavoro.” ha dichiarato durante l’intervista, aggiungendo poi “non c’è nessun mistero, sono state le persone a far diventare il tutto una voce.“.

Quindi adesso oltre al ritrovamento abbiamo un’altra prova, che viene direttamente da colui che avrebbe commesso materialmente il fatto. Il flop del videogioco di E.T. sembra aver avuto origine del fatto che l’uscita era fissata per il periodo natalizio, in modo tale da aumentare le vendite. Ma la programmazione necessitava di più tempo, per questo motivo il prodotto finale lasciò molto a desiderare. Questo evento non ebbe influenze negative solo per Atari, ma anche per l’industria videoludica intera, che per fortuna si riprese.

News
  • Assassin’s Creed: dove sarà ambientato il prossimo capitolo? Ecco i primi rumors!
  • Tutte le informazioni da sapere sull’Italian Video Game Awards!
  • COD WW2: i responsabili del gioco lasciano Sledgehammer Games!
  • Metal Gear Survive: Konami ha pubblicato il trailer di lancio
  • I ragazzi di Deck13 sono tornati a parlare di The Surge 2
Seguici su Facebook