News

Entro aprile 2017 saranno 5 i giochi mobile sviluppati da Nintendo e DeNA

Generi differenti per poter accontentare ogni tipologia di utenza

Il mondo mobile si sta per arricchire di nuovi contenuti ludici e Nintendo, in partnership con DeNA, sembra pronta ad entrare dalla porta d’ingresso principale per attirare a sé l’attenzione.

Non è ancora chiaro di cosa si stiano occupando nello specifico le due società, ma in occasione del Pocket Gamer Connects San Francisco 2015, il CEO di DeNA West, Shintaro Asako, si è lasciato andare in alcune dichiarazioni piuttosto interessanti, inerenti alle responsabilità che i due partner ricopriranno nello sviluppo di ben 5 titoli, in rilascio dal 2015, fino ad aprile del 2017.

“Penso che questa sia una potenziale opportunità per noi, di cambiare completamente il mercato. Nintendo ha di gran lunga le migliori IP videoludiche” ha detto Asako, lasciando intendere che DeNA si occuperà esclusivamente dei servizi come la parte network e la tecnologia di questi prodotti, mentre a Nintendo toccherà l’intero sviluppo dei videogiochi.

Le persone si aspettano molto secondo il CEO di DeNA, ma questo non sembra preoccuparlo, riferendo di voler fare in modo che queste cinque IP possano riuscire ad attrarre centinaia di milioni di persone. Un esempio con questo tipo di partnership, dice Asako, potrebbe essere quello di Glu Mobile Inc. con Kim Kardashian, ricordando anche che la sua società fondata nel 1999, ha collaborato con successo per produrre giochi basati sui personaggi Marvel, Star Wars e Disney.

Un’occasione importante anche per noi videogiocatori, anche se la formula “free to start” pensata per i titoli mobile, ancora non convince i fans. Attendiamo buone nuove.

News
  • Assassin’s Creed: dove sarà ambientato il prossimo capitolo? Ecco i primi rumors!
  • Tutte le informazioni da sapere sull’Italian Video Game Awards!
  • COD WW2: i responsabili del gioco lasciano Sledgehammer Games!
  • Metal Gear Survive: Konami ha pubblicato il trailer di lancio
  • I ragazzi di Deck13 sono tornati a parlare di The Surge 2
Seguici su Facebook