Anteprima

Saints Row 4: Anteprima

Ormai per definire una situazione fuori dal comune, improbabile o assurda non si usa il termine “folle” ma “Saints Row”. “Ehi che stai combinando? Tu sei un Saints Row!”, diranno i vostri figli dopo aver imparato il nuovo termine a scuola. La serie Volition ha sempre avuto dalla sua l’esagerazione e la messa in scena di situazioni fuori dal comune. Saints Row 4 spingerà questo ad un nuovo livello, scomodando niente meno che gli alieni e… il Presidente degli Stati Uniti d’America.

 

Scusi Presidente… gli alieni ci stanno invadendo!

La storia riprende cinque anni dopo gli eventi di Saints Row The Third, considerando il finale buono, e noi, leader dei Saints veniamo eletti Presidente degli Stati Uniti d’America.

Iniziamo spiegandovi la demo dell’E3: siamo alla Casa Bianca pronti a rassicurare la stampa e la popolazione di Steelport sulle voci che riguardano una probabile invasione aliena, nulla di preoccupante. Ovviamente, pochi secondi dopo, sbucando da una rapida via d’entrata formatosi dopo aver distrutto la sala riunioni, ecco spuntare gli alienicapitanati da Zinyak.

Kinzie, hacker e agente FBI sotto copertura che abbiamo conosciuto nel precedente capitolo, si annuncia come la più intelligente e viene catturata insieme a Shaundi. Non possiamo limitarci ad assistere alla fine del nostro paese, siamo il Presidente dopotutto!

Superman chi? Naaa abbiamo il superPresidente!

Ci rechiamo nell’ufficio ovale che non può non avere un pulsante nascosto, una volta premuto rivela decine di scompartimenti segreti dove alloggiate, troviamo armi pronte all’uso. Con l’arsenale recuperato, ripuliamo i corridoi della Casa Bianca: un lanciarazzi per i gruppi numerosi e un M16 per i singoli che vengono spazzati via con facilità a suon di headshot. Varchiamo l’uscita e ammiriamo una Washington distrutta a causa dei bombardamenti delle navicelle aliene, mentre la nave madre oscura il cielo con la sua imponenza, il che ci ha ricordato film come Independence Day o District 9. È arrivato il momento di svelare l’arma segreta a disposizione del Presidente: il cannone patriottico, l’arma perfetta per difendere i cieli americani. Abbattuto qualche grigio è ora di fare i conti con Zinyak, gli distruggiamo il mezzo che ci precipita addosso, entriamo nella cabina per sculacciarlo con un paio di QTE, simili a quelli del terzo capitolo ma in grado di farci godere le divertenti scenette. Siamo troppo deboli per avere la meglio e veniamo messi a terra, la demo riprende in una Steelport virtuale. Qui è dove possiamo usare i superpoteri.

 

Va bene… ma ora sono intrippato con la storia della paperella…

Ci troviamo sulla sommità di un grattacielo, location perfetta per usare “Morte dall’alto”, ci buttiamo e l’attiviamo fino a quando non tocchiamo terra creando un’onda d’urto devastante. Usiamo la supercorsa per attraversare la città e spicchiamo un salto di svariati metri per raggiungere un “flashpoint”. Queste tornano dal precedente capitolo, sono zone sparse per tutta Steelport controllate da decine di nemici, a noi il compito di bonificarle. Per fare questo attiviamo “Buff”, questo potere rende i proiettili di ogni arma infuocati arrostendo così ogni nemico a cui spariamo, inoltre chiunque si avvicini a noi verrà investito dalle fiamme che ricoprono il nostro corpo. Diversi nemici ci stanno circondando, è ora di farci spazio con “Stomp” ed eliminare gli ultimi con un innocuo fucile ad acqua… laser.

Ora è il momento del vecchio e sano cazzeggio, Steelport rimane la città che abbiamo esplorato in Saints Row The Third, un parco giochi ora cupo a causa dell’invasione. Gli alieni ci osservano dall’alto con le navicelle o con le loro macchine futuristiche rosso fluo, è tempo di far sparire questi evidenziatori! Abbiamo a disposizione l’arma perfetta per fare ciò: il “Black Hole Launcher”, un nome un programma, i buchi neri sparati risucchiano auto, persone, parti dello scenario… e alieni. In questo capitolo la follia è rappresentata anche dalle armi, tra le altre abbiamo una katana laser (con tanto di suono che cita la famosa spada) rigorosamente viola. Ma se non ti aggrada il colore dei Saints puoi sempre fare un salto da Friendly Fire. Ora in questi negozi è possibile non solo migliorare le caratteristiche di ogni arma (velocità di ricarica, danno ecc.) ma anche sceglierne l’aspetto estetico, per esempio abbiamo visto trasformare un classico lanciarazzi in una discreta custodia per chitarra.

Wub Wub time!

Anche i nostri poteri posso essere potenziati in modo da aumentarne l’effetto o la durata, per fare ciò dobbiamo darci all’esplorazione e trovare le sfere luminose posizionate nei posti più disparati e per raggiungerli dovremo utilizzare le nostre abilità. Queste le sfrutteremo anche nelle attività secondarie, missioni fiore all’occhiello della serie capaci di metterci in situazioni degne di Una notte da leoni. Una di queste è “Mech Suit Mayhem”, dove a bordo di un robottone munito di mitragliatrici e lanciamissili, dobbiamo distruggere qualsiasi cosa ci capiti a tiro, che siano persone o oggetti, essi ci fanno guadagnare punti e inanellare combo.

“Professor Genki’s Mind over Murder” segna il ritorno del gatto professore, questa volta preferisce sfidarci con la logica. Qui dovremo usare la telecinesi per lanciare gli obiettivi richiesti in un anello di un determinato colore.

 

Yes, we can… defeat aliens!

Folle, esagerato, controverso, politicamente scorretto, questo è Saints Row e il quarto capitolo manterrà la tradizione. I poteri e le armi fuori dal comune differenziano questo capitolo dal precedessore e ne rinnovano il gameplay. Rimaniamo critici sulla mancata occasione di rendere Steelport una città diversa facendoci ricordare fin troppo Saints Row The Third. Su una cosa siamo sicuri: sulle risate che ogni giocatore si farà giocandolo, e noi faremo parte della combriccola.

News
  • Assassin’s Creed: dove sarà ambientato il prossimo capitolo? Ecco i primi rumors!
  • Tutte le informazioni da sapere sull’Italian Video Game Awards!
  • COD WW2: i responsabili del gioco lasciano Sledgehammer Games!
  • Metal Gear Survive: Konami ha pubblicato il trailer di lancio
  • I ragazzi di Deck13 sono tornati a parlare di The Surge 2
Seguici su Facebook