Anteprima

Ghost of Tsushima – Anteprima, un’invasione maledetta!

L'E3 2018 è stato il palcoscenico ideale per vedere in azione l'atteso Ghost of Tsushima, la nuova esclusiva PlayStation 4 firmata Sucker Punch!

La conferenza E3 2018 di PlayStation ha mostrato anche quest’anno una notevole quantità e qualità negli annunci, oltre alla riproposizione di titoli già presentati in passato. Questo è il caso di Ghost of Tsushima, la nuova opera videoludica in lavorazione presso i ragazzi di Sucker Punch, sviluppatori – tra l’altro – dell’apprezzata serie Infamous.

Chiunque abbia visto il gameplay trailer di Ghost of Tsushima dell’E3 2018 non potrà che esserne rimasto semplicemente ammaliato e stupito. Dal punto di vista grafico ed artistico, la nuova esclusiva PlayStation 4 è un vero spettacolo per gli occhi. Lo studio, la cura nello sviluppo e l’attenzione ai particolari sono tre componenti alle quali Sucker Punch deve aver destinato maggiore priorità, al fine di garantire una certa solidità alla propria avventura. Le sequenze mostrate nella demo hanno tenuto un certo ritmo e un coinvolgimento tale da elevare incredibilmente le aspettative per questo nuovo action adventure (open world), di cui – purtroppo – non conosciamo ancora la finestra di lancio.

Il destino di Jin e dell’isola Tsushima

Ghost of Tsushima racconta gli eventi reali datati 1274, anno in cui l’esercito mongolo riuscì a prendere il controllo dell’isola di Tsushima, mettendo in atto una brutale operazione di conquista. L’arcipelago, infatti, rappresentava in quegli anni un’ottima posizione strategica per permettere alle navi mongole di trasportare merci più agevolmente dai porti coreani.

LEGGI ANCHE: Conferenza Sony E3 2018 – Quando le esclusive sono tutto!

Jin è un samurai a difesa dell'arcipelago di Tsushima.

Jin è l’ultima speranza per Tsushima!

Il primo gameplay si apre con un’atmosfera alquanto surreale. I segnali meteorologici indicano, infatti, un fortissimo temporale in arrivo. Il territorio di Tsushima è devastato da brutali morti e a regnare è il caos. Jin, assieme al proprio destriero, si accinge a controllare la situazione. Tsushima non è più quella di prima, vigono il terrore e la paura, mentre il popolo mongolo affonda l’ennesimo colpo – appunto – con una terribile invasione.

Ma chi è Jin Sakai? Al momento del protagonista non sappiamo poi moltissimo. Ci troviamo al cospetto di un esperto samurai, abilissimo nei combattimenti all’arma bianca con la sua fida, quanto letale, katana. A conti fatti, Jin sarà l’unico in grado di dare una speranza al noto arcipelago, il cui destino è in subbuglio così come quello dei suoi abitanti. Sappiamo tutti come è andata la storia, ma non vediamo l’ora di vedere l’abilità di Sucker Punch nel rifarsi alla realtà, aggiungendo un po’ di farina del proprio sacco alla narrazione di Ghost of Tsushima.

Le prime impressioni sul gameplay!

Nei circa 8 minuti di gameplay, Sucker Punch è riuscita a colpire nel segno, mostrando la vera e propria sostanza di cui sarà costituito Ghost of Tsushima. La fase iniziale è stata resa evocativa da una corsa a cavallo impreziosita dalle note di un flauto e dallo scorrere naturale e soave dell’erba circostante. Dopo essere arrivato a destinazione, il protagonista deve porre rimedio ad alcune malefatte messe in atto da dei soldati mongoli. Ed è qui che passiamo ai primi duelli all’arma bianca, gradevolissimi da guardare e in grado – personalmente parlando – di trasmettere una certa adrenalina, grazie alla forte enfasi e alla bellezza delle animazioni create dal team di sviluppo.

Ghost of Tsushima presenterà combattimenti a viso aperto e sessioni completamente stealth!

Adrenalinici combattimenti all’arma bianca!

Nella seconda parte del video, nel momento facciamo la conoscenza di un personaggio comprimario – una certa Masako -, si attivano delle vere e proprie fasi stealth. L’obiettivo del samurai è quello di sgaiattolare silenziosamente all’interno di un santuario per salvare un monaco dalle grinfie degli invasori. Visivamente parlando è tutto molto bello e fatichiamo a credere che non lo sia nemmeno pad alla mano. A qualche giorno dalla conferenza E3 2018, siamo inoltre venuti a conoscenza di un aspetto di assoluta importanza. La missione mostrata all’E3 2018 non apparteneva a quelle principale, ma si trattava – al contrario – di una quest del tutto secondaria. Ma non è tutto; Nate Fox, creative director di Sucker Punch, ha dichiarato che Ghost of Tsushima avrà più livelli di difficoltà! L’avventura non sarà ostica ai livelli di Bloodborne, Dark Souls o Nioh, ma – essendo pensata per un pubblico mainstream – sarà molto più vicina al compromesso trovato da Guerrilla Games con il suo Horizon Zero Dawn.

 Tutto il resto… sembra essere bello!

Finora abbiamo potuto assistere a un video che ha esaltato tutte le componenti di Ghost of Tsushima. Non c’è per il momento un solo comparto sottotono, anche se è bene andarci con i piedi di piombo. Il downgrade potrebbe essere dietro l’angolo, così come le sorprese negative. Detto questo, non ci resta che attendere nuove, importanti informazioni sulla nuova esclusiva PlayStation 4, di cui – lo ripetiamo – non conosciamo ancora la data di uscita ufficialmente. In ogni caso, la nostra speranza è quello di poter prendere parte all’avventura almeno nel corso del 2019.

News
  • Assassin’s Creed: dove sarà ambientato il prossimo capitolo? Ecco i primi rumors!
  • Tutte le informazioni da sapere sull’Italian Video Game Awards!
  • COD WW2: i responsabili del gioco lasciano Sledgehammer Games!
  • Metal Gear Survive: Konami ha pubblicato il trailer di lancio
  • I ragazzi di Deck13 sono tornati a parlare di The Surge 2
Seguici su Facebook